Vai al contenuto

  • Log In with Google      Accedi   
  • Registrati ora!


Risparmia acquistando online! Clicca Qui!
TorinoChisinau MilanoChisinau VeronaChisinau VeneziaChisinau BolognaChisinau RomaChisinau CagliariChisinau


  Moldova-mms.com News dal Regina Pacis Seborganelmondo  



SMMS   a
moldova-mms.com

     VEDI MEGLIO
    
e commenta >>

     SMS     a:   +39 (coming soon)
     MMS   a:   live @ moldova-mms . com




- - - - -

Il paese delle badanti,viaggio a ritroso dall'Italia alla <b>Moldavia</b> <b>...</b>


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 1 risposte

#1 Ambasada.it

Ambasada.it

    TpX2MI

  • Ambasadiani MIra
  • StellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStella
  • Messaggi: 15,689

Inviato 22 February 2010 - 20:29:16


Il paese delle badanti: viaggio a ritroso dall'Italia alla Moldavia Nel volume, appena pubblicato da Meltemi, l'antropologo Vietti racconta un.http://www.diaspora-...-alla-moldavia/



.


#2 Vio

Vio

    TpMI

  • Ambasadiani MI1a
  • StellaStellaStellaStella
  • Messaggi: 1,447

    Medaglie


Inviato 23 February 2010 - 10:22:03


Il paese delle badanti”: viaggio a ritroso dall’Italia alla Moldavia

Nel volume, appena pubblicato da Meltemi, l’antropologo Vietti racconta un viaggio di 6 mesi al seguito di Nadia, ex insegnante laureata. Tratteggiando “le ristrutturazioni” del suo piccolo villaggio in termini di edilizia, grazie alle rimesse

ROMA - Chi sono le donne dall’Est Europa che si occupano degli anziani in Italia? Qual è l’identikit o la tipologia della badante? Domande legittime, ma occorre anche chiedersi cosa succede nei loro paesi di origine dopo anni di emigrazione di massa al femminile, e quali ricadute hanno le rimesse derivanti dai lavori di cura in famiglie spezzate. Che si tratti di un esodo, soprattutto verso Italia e Russia, lo dicono i dati: soltanto lo scorso anno l’Ambasciata di Italia a Chisinau ha rilasciato 25 mila visti a cittadini moldavi, che in patria hanno la prospettiva di uno stipendio pari a 182 euro mensili. Francesco Vietti, ricercatore di antropologia, ha provato a rispondere a questi interrogativi compiendo un lungo viaggio a ritroso – durato 6 mesi e approfondite interviste – che lo ha portato fino a Pirlita, piccolo villaggio natale di Nadia, insegnante con una laurea alle spalle e il sogno sfumato di una carriera universitaria. E la ricerca etnografica itinerante è sfociata nel volume Il paese delle badanti, appena pubblicato da Meltemi.

Mentre l’importanza dell’assistenza domiciliare offerta da migliaia di donne immigrate è ormai evidente per l’odierna società italiana, molto meno noto è l’impatto che tale migrazione femminile ha nei paesi di provenienza delle emigranti. In Moldavia, così come in Romania o in Ucraina, il mercato del lavoro e gli stessi rapporti familiari vengono “ristrutturati” insieme alle case di chi lavora all’estero. La catena globale della cura coinvolge mariti, figli, parenti, vicini di casa e amici in complesse dinamiche relazionali che mettono in profonda discussione gli equilibri dei piccoli villaggi rurali in cui vivono le famiglie delle donne che lavorano in Italia. L’autore descrive il fenomeno con un taglio etnografico, dunque, ma con i toni narrativi e intimi del diario di viaggio: un lavoro originale e soprattutto scritto in modo accessibile, non destinato alla ristretta cerchia degli “addetti ai lavori”.

Il volume, quindi, mette in luce i mutamenti radicali che i villaggi rurali della Moldavia, piccola repubblica ex sovietica ai confini dell’Unione Europea, stanno subendo a seguito della più vasta e silenziosa migrazione transnazionale di questo inizio secolo. ”I profondi cambiamenti portati da queste lavoratrici migranti nella vita quotidiana e nel welfare del nostro paese hanno fatto sì che la maggior parte dell’attenzione mediatica e delle ricerche scientifiche si siano concentrate sul versante dell’immigrazione e del suo impatto sulla società ospitante”, osserva Vietti, evidenziando come “i grandi flussi legati alle migrazioni di cura mostrano effetti altrettanto rilevanti nei paesi di provenienza dei migranti, e dunque meritano di essere studiati anche dal punto di vista dell’emigrazione”.

Fonte: http://www.superabile.it



"{C}{C}When you were born, you cried and the world smiled. Live your life so that, when you die, you can smile and the world will cry{C}{C}"

"{C}{C}Quando sei nato piangevi ed il mondo rideva. Vivi la tua vita in tal modo che quando morirai, tu potrai ridere, mentre il mondo piangere.{C}{C}"

"Cind ti-ai nascut plingeai iar lumea ridea. Traieste-ti viata in asa fel ca atunci cind vei muri sa poti zimbi iar lumea sa plinga."

- Proverbio Cherokee-





Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi










                                                                                    Effettua i tuoi pagamenti con PayPal.  un sistema rapido, gratuito e sicuro.  



 info@ambasada.it    info@pec.ambasada.it    Telegram.me/Ambasada    iMessage: info@ambasada.it   fax +39 02 45503457  tel +39 02 45071457


ATTENZIONE! per i recapiti dell'Ambasciata della Moldavia a Roma click qui , per il Consolato di Milano click qui , per il Consolato di Padova click qui ATTENZIONE!


Privacy e Cookie Policy / Termini e Regole del Forum