Vai al contenuto

  • Log In with Google      Accedi   
  • Registrati ora!


Risparmia acquistando online! Clicca Qui!
TorinoChisinau MilanoChisinau VeronaChisinau VeneziaChisinau BolognaChisinau RomaChisinau CagliariChisinau


  Moldova-mms.com News dal Regina Pacis Seborganelmondo  



SMMS   a
moldova-mms.com

     VEDI MEGLIO
    
e commenta >>

     SMS     a:   +39 (coming soon)
     MMS   a:   live @ moldova-mms . com




- - - - -

LA SCUOLA DELLA TERRA


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Nessuna risposta in questa discussione

#1 Carlo

Carlo

    Tpx3MI

  • Ambasadiani MI1a
  • StellaStellaStellaStellaStellaStellaStella
  • Messaggi: 3,832

    Medaglie



Inviato 01 January 2010 - 22:46:16


Il vocabolo latino terra proviene da una radice antichissima dal senso generico di secco. La parola italiana terra indicherebbe dunque la superficie, la materia secca, opposta all’acqua, all’umido.

Per gli antichi filosofi greci, la terra era uno degli elementi da cui era costituita la natura insieme all’acqua, all’aria e al fuoco.

Per l’astronomia, la Terra, con la t maiuscola, è il nome proprio del nostro pianeta, nello spazio il terzo dal Sole in ordine di distanza.

Con il significato di luogo dove abitano gli uomini è opposta al cielo, o al plurale cieli dove risiedono le divinità, gli immortali. Con questo senso si trova in numerose preghiere. Accostata a cielo, invece, terra prende il significato di universo: Dio è infatti signore del cielo e della terra. Per traslato, terra indica la vita terrena, contrapposta alla vita eterna, ultraterrena.

In senso più ristretto il vocabolo si riferisce alla parte solida della superficie terrestre che emerge dalle acque. Al plurale parliamo di terre emerse, circa 149 milioni di chilometri quadrati, ormai tutte conosciute dopo molti secoli di esplorazione. La terraferma si contrappone al mare e al cielo.

Ma terra può avere anche il senso di regione, tratto più o meno ampio di territorio, o per traslato, di patria. E usiamo di frequente espressioni quali: la nostra terra.

Per la geologia, con terra si indica la parte superficiale, esterna della crosta terrestre, o litosfera, sulla quale si verifica il fenomeno della deriva continentale. La crosta terrestre ha uno spessore variabile dai 40 ai 15 chilometri ed è formata al 95% da rocce ignee, di origine vulcanica. La parte superficiale è ricoperta da minerali friabili instabili e incoerenti detti comunemente, per traslato, terra.

La scuola della terraPer estensione, la parola terra viene usata anche per superficie piana come il pavimento di una casa. Da tale uso nascono espressioni come ‘guardare in terra’ con il senso di provare vergogna o imbarazzo oppure ‘mettere a terra qualcuno’ nel senso di umiliare o demoralizzare, o ‘essere a terra’ con il valore di stare male fisicamente, emotivamente, finanziariamente.

In fisica, terra è il corpo conduttore ideale, a potenziale zero. L’espressione ‘messa a terra’ di un impianto fa parte del gergo dell’elettricità e significa collegare un impianto alla terra per permettere di scaricare differenze di potenziale in maniera innocua. Un tipo molto comune di messa a terra è il parafulmine.

In agricoltura, s’intende per terra o terreno il materiale e i principi nutritivi necessari per la coltivazione. Questo ci riporta a quando, nell’antichità, la terra era divinizzata e personificata nel mito della Madre Terra che dà nutrimento a tutte le creature. Per traslato, il termine sta a significare l’agricoltura, la campagna e anche, specie al plurale, i possedimenti terrieri: si dice infatti i lavoratori della terra, il mondo della terra, le terre degli avi.

Si chiamano infine terre alcuni minerali che si presentano come polveri, detti terre rare e alcuni pigmenti colorati usati in pittura che traggono nome dal luogo di origine, ad esempio la terra di Siena.

(testo a cura di D. Gambarara e D. La Medica)



Terra come fonte di conoscenza.

Terra come scuola.

Una scuola dalla quale escano operatori agricoli capaci di dare impulso ad una comunità già da troppo tempo abbandonata a sé stessa e priva di reazioni.

Una scuola figlia della terra e della comunità, dell’evolversi delle stagioni, dei frutti, della semplicità del mondo contadino.

Una scuola che sa di terra, una scuola della terra.

Lavorare per dare alle persone una vita dignitosa.

Lavorare perché un uomo privato del suo lavoro è un uomo privato della sua dignità.

Immagine allegata

  • scuola_1.jpg








Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi










                                                                                    Effettua i tuoi pagamenti con PayPal.  un sistema rapido, gratuito e sicuro.  



 info@ambasada.it    info@pec.ambasada.it    Telegram.me/Ambasada    iMessage: info@ambasada.it   fax +39 02 45503457  tel +39 02 45071457


ATTENZIONE! per i recapiti dell'Ambasciata della Moldavia a Roma click qui , per il Consolato di Milano click qui , per il Consolato di Padova click qui ATTENZIONE!


Privacy e Cookie Policy / Termini e Regole del Forum