Vai al contenuto

  • Log In with Google      Accedi   
  • Registrati ora!


Risparmia acquistando online! Clicca Qui!
TorinoChisinau MilanoChisinau VeronaChisinau VeneziaChisinau BolognaChisinau RomaChisinau CagliariChisinau


  Moldova-mms.com News dal Regina Pacis Seborganelmondo  



SMMS   a
moldova-mms.com

     VEDI MEGLIO
    
e commenta >>

     SMS     a:   +39 (coming soon)
     MMS   a:   live @ moldova-mms . com



verona - chisinau
Verona Chisinau Verona

* * * * * 1 voti

Equitalia, Ruffini dà ragione al M5S: novità in arrivo sul fermo auto


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 2 risposte

#1 Beppe Grillo

Beppe Grillo

    MI

  • Ambasadiani MI1a
  • StellaStella
  • Messaggi: 253

Inviato 17 April 2017 - 11:53:43


di MoVimento 5 Stelle

Giovedì mattina, il Presidente e AD di Equitalia è stato audito in Commissione Finanze. E i nostri portavoce, che lo hanno sottoposto a molte domande, hanno appreso alcune interessanti novità.

Abbiamo anzitutto chiesto la cancellazione diretta delle cartelle prescritte o a seguito del termine dei 220 giorni della richiesta di sospensione in autotutela. Inoltre, abbiamo fatto notare che non va bene il calcolo delle rate cosiddetto alla francese, che comporta una forma di anatocismo. Infine abbiamo insistito sul rilascio di un Durc regolare, da parte dell'Inps, non appena l'impresa chiede l'accesso alla definizione agevolata delle cartelle, senza attendere il pagamento della prima o unica rata.

Dal Presidente sono poi arrivate aperture interessanti su alcuni temi chiave che riguardano i meccanismi della riscossione coattiva, temi che sono oggetto di nostre battaglie ormai storiche in Parlamento e fuori.

Soprattutto sul fermo amministrativo dell'auto, Ruffini ha affermato che è giusto ci sia uno spazio di discrezionalità per annullarne gli effetti, se il contribuente dimostra di usarla come bene strumentale, ossia per lavoro, così come il M5S ha molte volte chiesto. Il presidente di Equitalia ha fatto riferimento ai cittadini che hanno presentato istanza di rateizzazione e hanno iniziato a saldare il debito. Noi verificheremo sul campo, con i nostri attivisti ed esperti volontari dei Punti SOS Equitalia diffusi su tutto il territorio. E spingeremo per rendere impignorabile l'unico autoveicolo di proprietà che serve per lavorare.


Leggi e commenta il post su www.beppegrillo.it




#2 XCXC

XCXC

    TpX2MI

  • Ambasadiani MIra
  • StellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStella
  • Messaggi: 17,022

Inviato 18 April 2017 - 22:57:27


Auto senza assicurazione, niente multa se c'è la targa estera



ROMA - Per i veicoli muniti di targa di immatricolazione estera, in uno degli Stati indicati nel decreto ministeriale n. 86/2008, non è obbligatorio dimostrare la regolare copertura assicurativa del mezzo. Ciò significa che non saranno a questi applicabili le sanzioni previste dall'art. 193 del Codice della Strada, neppure nel caso in non si sia proceduto all'obbligo di munire il veicolo, circolante in Italiada oltre un anno, di targa e documenti italiani.

Lo ha affermato il Ministero dell'Interno, dipartimento della Pubblica Sicurezza, in una nota del 3 aprile avente a oggetto l'applicazione dell'art. 193 del Codice della Strada a veicoli immatricolati in diverso Stato UE, ma continuativamente stazionanti nel territorio italiano. La nota giunge a seguito di richiesta del Consorzio Polizia Municipale di Padova Ovest e concerne la possibilità di applicare o meno, anche ai veicoli con targa straniera, le sanzioni stabilite dal Codice della Strada in caso manchi la copertura assicurativa.

Il Ministero rammenta quanto confermato dall'UCI (Ufficio Centrale Italiano), ossia che per i veicoli muniti di targa di immatricolazione di uno degli Stati indicati indicati nell'allegato 1 del decreto del Ministero dello sviluppo economico n. 86/2008, vige il principio della cosiddetta "copertura presuntiva". In ragione di quanto sostenuto dall'UCI, si legge nel documento, deve ritenersi che per tali veicoli vada esclusa l'applicazione delle sanzioni di cui all'art. 193 C.d.S. anche quando, attraverso qualsiasi mezzo, sia accertato che il veicolo immatricolato in uno di quei paesi sia effettivamente sprovvisto di RC auto.

Ad analoga conclusione, precisa la nota, si perviene nel caso in cui venga accertato che il veicolo circoli sul territorio dello Stato da oltre un anno e non si sia proceduto alla sua "nazionalizzazione" tramite immatricolazione.
In tal caso, si precisa, sebbene il veicolo circoli illegittimamente sul territorio dello Stato in quanto non più in circolazione internazionale, si ritiene che non possano essere contestate le violazioni di cui all'art. 193 C.d.S., in ragione della sussistenza di una regolare immatricolazione straniera e della relativa copertura assicurativa.

Una lettura normativa, (secondo quanto afferma il sito StudioCataldi.it) che rischia di incentivare coloro che si nascondono dietro una targa estera per eludere gli obblighi di legge, sfuggendo alle rilevazioni automatiche circa le infrazioni stradali, al pagamento delle tasse sul veicolo e, tra l'altro, anche all'obbligo assicurativo.


#3 XCXC

XCXC

    TpX2MI

  • Ambasadiani MIra
  • StellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStella
  • Messaggi: 17,022

Inviato 18 April 2017 - 23:07:05


allegato 1 del decreto del Ministero dello sviluppo economico n. 86/2008, vige il principio della cosiddetta "copertura presuntiva"

Snap1.jpg





File allegato  Assicurazione_dei_veicoli_a_motore.pdf   336.85K   2 Download





Leggono questa discussione 2 utenti

0 utenti, 2 ospiti, 0 utenti anonimi










                                                                                    Effettua i tuoi pagamenti con PayPal.  un sistema rapido, gratuito e sicuro.  



 info@ambasada.it    info@pec.ambasada.it    Telegram.me/Ambasada    iMessage: info@ambasada.it   fax +39 02 45503457  tel +39 02 45071457


ATTENZIONE! per i recapiti dell'Ambasciata della Moldavia a Roma click qui , per il Consolato di Milano click qui , per il Consolato di Padova click qui ATTENZIONE!


Privacy e Cookie Policy / Termini e Regole del Forum