Vai al contenuto

  • Log In with Google      Accedi   
  • Registrati ora!


Risparmia acquistando online! Clicca Qui!
TorinoChisinau MilanoChisinau VeronaChisinau VeneziaChisinau BolognaChisinau RomaChisinau CagliariChisinau


  Moldova-mms.com News dal Regina Pacis Seborganelmondo  



SMMS   a
moldova-mms.com

     VEDI MEGLIO
    
e commenta >>

     SMS     a:   +39 (coming soon)
     MMS   a:   live @ moldova-mms . com




* * * * * 1 voti

Elettricità, da luglio rivoluzione delle tariffe: ecco quanto si risparmia con il prezzo «piatto»


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Nessuna risposta in questa discussione

#1 XCXC

XCXC

    TpX2MI

  • Ambasadiani MIra
  • StellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStella
  • Messaggi: 17,212

Inviato 16 May 2014 - 18:34:04


Elettricità, da luglio rivoluzione delle tariffe: ecco quanto si risparmia con il prezzo «piatto»


Immagine inviata


La finta tariffa elettrica sociale (finta perché in realtà premia solo le coppie senza figli, anche quelle ad alto reddito) potrebbe avere i mesi contati. L'Authority dell'energia conferma: scatterà il primo luglio la sperimentazione per le famiglie della tariffa ”piatta” che comincerà a scardinare il principio guida delle attuali storture tariffarie, ovvero la progressività del prezzo del kilowattora che riguarda innanzitutto le tariffe “ di maggior tutela” applicate a quella parte ancora consistente dei nuclei familiari ma anche delle piccole imprese che ancora non hanno scelto di transitare al mercato libero dell'energia.

A motivare il via alla tariffa piatta sperimentale, che si chiamerà D1,  non è in realtà l'iniquità dell'attuale articolazione tariffaria ma un principio forse meno nobile ma ancor più pressante: la spinta all'efficienza energetica. Che si può ottenere - spiegano gli esperti - innanzitutto incentivando l'uso anche nelle case dei più moderni impianti di climatizzazione a pompa di calore, che se ben calibrati e installati, consentono di ottenere concreti risparmi anche rispetto alle caldaie a gas più moderne. A patto di eliminare la progressività dell'attuale costo del kilowattora, che ora fa scattare inevitabilmente la soglia oltre la quale il costo dell'elettricità si moltiplica.

Procedure semplificate

Per la tariffa sperimentale D1, riservata alle utenze domestiche fino a fine anno (per essere poi passata di nuovo al setaccio con una consultazione pubblica), è stato fissato un costo di circa 23 centesimi di euro al kilowattora rispetto all’attuale progressione che va dai 14 ai quasi 40 centesimi. Una tariffa “media” che dovrebbe ben conciliare le esigenze di tutti. Nel varo definitivo della sperimentazione l'Authority ha accolto molte delle osservazioni arrivate dalla consultazione che già coinvolto esperti e organizzazioni. È stata semplificata al massimo, garantisce l'Authority, la burocrazia che ci obbliga di merci tra moto le procedure. Potranno aderire alla tariffa sperimentale tutti i clienti domestici sia quelli ancora agganciati ai contratti di maggior tutela sia quelli transitati al mercato libero, se stimeranno un possibile vantaggio rispetto alle formule contrattuali di cui usufruiscono.
Per attivare la tariffa D1 uno sarà sufficiente esprimere per iscritto un'adesione volontaria al venditore “che provvederà - spiega l'Authorityy dell’energia in una nota - a trasmetterla al distributore” con un modulo standard e con relativa documentazione di supporto. Sarà poi lo stesso venditore a comunicare al cliente la data di partenza della nuova tariffa D1. Con “ una prima data possibile” indicata appunto nel 1 luglio prossimo.

Si può tornare indietro

Il cliente non dovrà subire alcun onere dall'accesso alla tariffa sperimentale, anche se dovrà sobbarcarsi il costo dell'eventuale cambio di potenza del contatore, se lo richiederà. Ai clienti che aderiranno alla sperimentazione è comunque garantito un diritto di recesso, con una semplice comunicazione al gestore. Ma chi deciderà di tornare alle condizioni precedenti non potrà poi ripensarci, almeno in questa fase di avvio.

La tariffa D1 sarà in ogni caso riservata a coloro che potranno dimostrare di utilizzare i climatizzatori a pompa di calore ad alta efficienza come unico impianto di riscaldamento domestico. Non saranno comunque obbligati a creare una seconda linea elettrica, ma potranno utilizzare la linea unica esistente per alimentare con la tariffa piatta tutte le apparecchiature elettriche di casa. Scelta che sembrerebbe testimoniare la volontà di innescare proprio con la tariffa D1 la generale revisione del sempre più controverso principio di progressività che riguarda i prezzi elettrici eredità delle vecchie tariffe amministrate.

Vantaggi anche ambientali

I vantaggi attesi sono davvero consistenti. Secondo gli analisti con l'introduzione della nuova tariffa piatta, e la diffusione delle pompe di calore incentivata con i meccanismi delle detrazioni fiscali, i clienti che aderiranno potrebbero realizzare risparmi nei costi dell'elettricità tra il 10 e il 25%.  E ai benefici per il singolo cliente si curerebbero importanti ricadute positive per la collettività, anche su altri versanti . Secondo le stime della società di ricerca Ecba Project, che ha presentato uno studio ad un convegno promosso da Assoelettrica, il complesso dei benefici ambientali e sanitari potrebbero superare nel complesso 1,7 miliardi di euro tra il 2014 e il 2020, coprendo circa un terzo del potenziale complessivo della riduzione dei costi sociali dell'inquinamento atmosferico che secondo gli esperti si potrebbe realizzare entro la fine del decennio ricorrendo alle migliori tecnologie dell'uso dell'energia.





Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi










                                                                                    Effettua i tuoi pagamenti con PayPal.  un sistema rapido, gratuito e sicuro.  



 info@ambasada.it    info@pec.ambasada.it    Telegram.me/Ambasada    iMessage: info@ambasada.it   fax +39 02 45503457  tel +39 02 45071457


ATTENZIONE! per i recapiti dell'Ambasciata della Moldavia a Roma click qui , per il Consolato di Milano click qui , per il Consolato di Padova click qui ATTENZIONE!


Privacy e Cookie Policy / Termini e Regole del Forum