Vai al contenuto

  • Log In with Google      Accedi   
  • Registrati ora!


Risparmia acquistando online! Clicca Qui!
TorinoChisinau MilanoChisinau VeronaChisinau VeneziaChisinau BolognaChisinau RomaChisinau CagliariChisinau


  Moldova-mms.com News dal Regina Pacis Seborganelmondo  



SMMS   a
moldova-mms.com

     VEDI MEGLIO
    
e commenta >>

     SMS     a:   +39 (coming soon)
     MMS   a:   live @ moldova-mms . com



verona - chisinau
Verona Chisinau Verona

* * * * * 1 voti

Internet Mobile e UMTS: qual’è la migliore tariffa?


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 186 risposte

#1 XCXC

XCXC

    TpX2MI

  • Ambasadiani MIra
  • StellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStella
  • Messaggi: 16,981

Inviato 14 July 2008 - 16:01:17


Internet Mobile e UMTS: qual’è la migliore tariffa?

tariffe_internet_mobile_umts.jpg

Con il passare degli anni, il collegamento ad Internet assume forme  sempre diverse: dal modem 56k siamo passati all’ISDN, al cavo ottico,  poi all’ADSL. L’ultimo trend è quello di rinunciare completamente ai  cavi, e nel casi più estremi, al collegamento fisso. Se pensiamo che tante persone rinunciano proprio al telefono tradizionale a favore del solo cellulare, possiamo capire benissimo come mai aumenti sempre di più l’interesse verso l’Internet mobile tramite UMTS e HSDPA. Chi lavora spostandosi, studia lontano da casa e fa il  pendolare o vive in una zona non raggiunta dall’ADSL via cavo  chiaramente desidera connettersi alla migliore velocità possibile ad  Internet ovunque si trovi.

Ma com’è l’offerta delle tariffe in Italia? Ho  pensato bene di mettermi con calma ad esplorare i siti dei vari  fornitori di servizi, e mi sono trovato di fronte ad un panorama  confuso, frammentato e apparentemente creato apposta per ingannare  l’utente con promozioni che declamano grande convenienza ma mantengono  pochissime promesse.
  
  Metto le mani avanti: intendo dire subito che mi sono focalizzato sulle offerte che riguardano il collegamento “tradizionale” tramite PC  ignorando la navigazione tramite telefonia cellulare, altrimenti avrei  rischiato di creare solo confusione. Le tariffe che riporto si  riferiscono quindi a quello che pagherete collegandovi col vostro  computer e una chiavetta USB, un modem mobile oppure una PC Card.  Ciascuno di questi tre hardware viene normalmente fornito in comodato o  direttamente venduto dal provider, ed in alcuni casi è compreso  nell’offerta contrattuale.
  
  In fondo alla carrellata, troverete la mia personale classifica con le migliori.
  
  Wind
  Wind propone tariffe quasi  chiare, senza differenziare tra il traffico UMTS, HSDPA o GPRS per  quanto riguarda i costi. Il sito è piuttosto comprensibile, e in  generale le offerte sembrano essere adatte a chi ha la necessità di  connettersi in mobilità in modo molto saltuario.

  
  • Mega 100 Ore: 15 euro/mese per 100 ore di  navigazione mensili, divise in sessioni da 15 minuti. La successiva  navigazione in eccedenza rispetto a questo totale sarà sempre divisa in  tranche di un quarto d’ora, ciascuna delle quali costerà 50 centesimi  IVA inclusa. Le sessioni sono addebitate anticipatamente: se fate 6  minuti, per esempio, contano come 15, mentre 18 conteranno come  mezz’ora. Non si dice cosa succede qualora la connessione salti e venga  ristabilita… La mia ipotesi è che i minuti residui vadano perduti.
  • Mega Ore: 9 euro/mese per 50 ore di navigazione  mensile, divise come sopra in sessioni da 15 minuti. Quando si supera  il bonus, si iniziano a pagare 50 centesimi ogni 15 minuti. Come sopra,  insomma.
  • SuperInternet SIM: 0,3 centesimi/KB (pari a circa  3 euro/MB), contiene 10 euro di traffico prepagato. Disponibile sia in  abbonamento che prepagato.
  • Roaming No Limit: 0,3 centesimi/KB + 3 euro/mese, e consente di collegarsi allo stesso prezzo anche all’estero in roaming, e non regala alcun traffico preparato all’attivazione. Disponibile sia in abbonamento che prepagato.
  

  TIM
  Il sito della TIM non è facile da navigare. Le offerte sono sparse tra  varie pagine e non immediatamente comprensibili a colpo d’occhio. In  effetti, tutto il sito della TIM ha un urgente bisogno di essere rifatto da capo a piedi,  perchè dà addirittura l’impressione di voler ingannare l’utente. In  ogni caso la struttura del servizio di questo gestore funziona con due  tariffe base (0,6 cent/KB oppure 4 euro/ora) piuttosto care (direi  quasi esorbitanti), a cui vengono applicate però delle “offerte  speciali”, di durata generalmente mensile (o 30 giorni per gli utenti  con carta prepagata) decisamente più convenienti. Bisogna stare molto attenti a non “sforare” col tempo o coi dati, a non finire in roaming e a non superare la decorrenza delle offerte:  TIM avvisa poco o nulla in queste evenienze, e si rischia seriamente la  “mazzata”. Inoltre, alcune tariffe propongono il rinnovo automatico, ed  altre no.

  
  • Maxxi Alice 30: 30 ore di traffico Internet per 30 giorni a 15 euro. Rinnovo automatico (attenzione!)  ogni 30 giorni al costo di 10 euro. Esaurite le ore, costerà 2 euro  ogni ora (50 cent addebitati anticipatamente all’inizio di ogni  sessione di 15 minuti). Se la tariffa scade e non permettete che venga  rinnovata automaticamente, tornerà al piano tariffario standard TIM di  0,6 cent/KB oppure 4 euro/ora, a seconda di quale delle due delle  opzioni abbiate attivata precedentemente.
  • Maxxi Alice 100 Prepagati: 100 ore di traffico Internet per 30 giorni a 25 euro. Rinnovo automatico (attenzione!)  ogni 30 giorni al costo di 20 euro. Esaurite le ore, costerà 2 euro  ogni ora (50 cent addebitati anticipatamente all’inizio di ogni  sessione di 15 minuti). Se la tariffa scade e non permettete che venga  rinnovata automaticamente, tornerà al piano tariffario standard TIM di  0,6 cent/KB oppure 4 euro/ora, a seconda di quale delle due delle  opzioni abbiate attivata precedentemente. Esiste anche per gli utenti  con abbonamento.
  • Maxxi Alice 150 Prepagati: 150 ore di traffico  Internet per 30 giorni a 25 euro utilizzabili dalle 17 alle 9 di  mattina e sempre nei weekend e nei giorni festivi. Rinnovo automatico (attenzione!)  ogni 30 giorni al costo di 20 euro. Esaurite le ore, o se navigate  “fuori orario”, vi costerà 2 euro ogni ora (50 cent addebitati  anticipatamente all’inizio di ogni sessione di 15 minuti). Se la  tariffa scade e non permettete che venga rinnovata automaticamente,  tornerà al piano tariffario standard TIM di 0,6 cent/KB oppure 4  euro/ora, a seconda di quale delle due abbiate attivata. Esiste anche  per gli utenti con abbonamento.
  • Maxxi Alice Time Recharge: con 25 euro navighi con  un traffico massimo di 9 giga da utilizzare dalle 17 alle 9 di mattina  e sempre nei weekend e nei giorni festivi per la durata di 30 giorni.  Il traffico estraneo a questi orari costa 0,6 cent/KB, pari a 6  euro/MB. Se si raggiunge un MB di traffico estraneo agli orari, però,  vi vengono “donati” 100 MB di traffico da spendere sempre al di fuori  della fascia oraria 17-9. Tutti i bonus, in ogni caso, hanno una durata  di 30 giorni, al termine dei quali Maxxi Alice Time Recharge  scade. Al contrario dei casi precedenti, qui non vige il rinnovo  automatico (e quindi neppure lo sconto sulla riattivazione delle altre  tariffe: vi costerà sempre 25 euro).
  • Maxxi Alice Facile Recharge: con 20 euro navighi  con un traffico massimo di 500 GB per massimo 30 giorni, e se li finite  potete acquistarne altri 500, un po’ come se ricaricaste un cellulare.  Se li finite e riacquistate entro i 30 giorni della scadenza ve ne  vengono attribuiti in omaggio altri 500, per un totale di un GB. Allo  scadere si applica la solita tariffa base di TIM di 0,6 cent/KB, pari a  6 euro/MB. Ovviamente, niente rinnovo automatico.
  Vodafone
  Come TIM, Vodafone possiede delle tariffe base, a tempo e a consumo con un costo rispettivo di 2 euro/ora (protocollo GPRS), 4 euro/ora (protocollo UMTS) e 0,6 cent/KB, sotto i quali dovreste teoricamente ricadere nel caso usciate dai massimali (di traffico o tempo) dei vostri “piani speciali”.  Se esaminiamo le offerte nel dettaglio, però, vedremo che non sempre è  così, anzi. Le due tariffe base si applicano solo nel caso in cui i  vostri “piani speciali” scadano (quando decidete di annullare la vostra sottoscrizione, insomma).

  
  • Internet Facile: con 30 euro/mese ti connetti per  10 ore al giorno. Oltre questa soglia navigare costa 2 euro l’ora.  Anche qui, il tempo è conteggiato in sessioni di 15 minuti addebitati  anticipatamente. Questo abbonamento è offerto con un vincolo  contrattuale di 24 mesi (con una penale di 199 euro), trascorsi i quali  verrà rinnovato automaticamente ogni 30 giorni con la possibilità di  disdirlo. Viene offerta gratis anche la chiavetta/card/modem per  connettersi.
  • Internet Facile Senza Limiti: con 45 euro/mese ti  connetti sempre. Questo abbonamento è offerto con un vincolo  contrattuale di 24 mesi (con una penale di 199 euro), trascorsi i quali  verrà rinnovato automaticamente ogni 30 giorni con la possibilità di  disdirlo. Viene offerta gratis anche la chiavetta/card/modem per  connettersi. E’ l’unica tariffa flat presente in Italia. Di certo non è  regalata, ma non nasconde altri costi occulti.
  I restanti piani (che non comprendono il comodato o la vendita  dell’attrezzatura per la connessione) invece sono più allineati con  quelli di TIM, anche nel caos di rimandi, eccezioni, tariffe non  standard e soprattutto dell’immensa confusione del sito:

  
  • Internet Day Senza Limiti: con 5 euro navigate  “liberamente” per un giorno. La durata viene intesa dal momento in cui  vi connettete fino alla mezzanotte, e il piano resta attivo fino al suo  annullamento. Ogni volta che vi collegherete per la prima volta in un  giorno, insomma, pagherete 5 euro. Francamente, non ho idea di chi  potrebbe trovare questa tariffa utile.
  • Internet GPRS 100 Ore in Libertà: con 20 euro/mese  vi connettete per 100 ore. Se sforate, dovrete pagare 37,5 cent/15  min., pari a 1,5 euro/ora. Se malauguratamente vi doveste invece  connettere tramite UMTS invece che con GPRS, pagherete 1,9 euro/15  minuti, ovverosia 7,6 euro/ora. Rinnovo automatico (attenzione!).
  • Internet GPRS 15 Ore in Libertà: con 10 euro/mese  vi connettete per 15 ore. Se sforate, pagherete la tariffa “base” di 4  euro/ora. Nessun dettaglio su quello che succede se vi connettete  tramite UMTS (sempre se sia possibile). I pagamenti sono sempre  suddivisi nelle solite “sessioni” da 15 minuti pagate anticipatamente,  in cui perdete gli eventuali minuti residui. Rinnovo automatico (attenzione!).
  • Se decidete di non rinnovare queste tariffe, finirete nel famoso piano di pagamento “base” GPRS di 2 euro/ora.
  
  Seguono poi le tariffe UMTS, un tipo di protocollo molto superiore al  GPRS, sfruttato da tutti i modem cellulari attualmente in commercio.  Vodafone pare essere l’unica ad offrire la possibilità di scegliere fra  i due differenti protocolli. Chiaramente, si parla di costi maggiori:

  
  • Internet UMTS 100 Ore in Libertà: con 30 euro/mese  vi connettete per 100 ore. Se sforate, pagherete 2 euro/ora il traffico  UMTS e 1,5 euro/ora il traffico GPRS. I pagamenti sono sempre suddivisi  nelle solite “sessioni” da 15 minuti pagate anticipatamente, in cui  perdete gli eventuali minuti residui.
  • Internet UMTS 15 Ore in Libertà: con 15 euro/mese  vi connettete per 15 ore. Se sforate i prezzi sono drammaticamente  superiori ai precedenti: 6 euro/ora per il traffico UMTS e 4 euro/ora  per il traffico GPRS. I pagamenti sono sempre suddivisi nelle solite  “sessioni” da 15 minuti pagate anticipatamente, in cui perdete gli  eventuali minuti residui.
  • Se decidete di non rinnovare queste tariffe, finirete nel famoso piano di pagamento “base” UMTS di 4 euro/ora.
  Seguono poi i piani “a volume”, che calcolano il  loro costo in base al traffico effettivamente utilizzato, e, sempre  mantenendo la peculiarità di Vodafone, in base al protocollo:

  
  • Internet UMTS in Libertà: con 30 euro/mese vi  connettete con un traffico massimo di 50 MB al giorno… E notate bene  questo “al giorno” perchè è l’unica tariffa simile in Italia. Se non  avete rete UMTS a disposizione, i KB di traffico in GPRS conteranno  verso il massimale. Il traffico in eccedenza costerà 0,6 cent/KB.
  • Internet GPRS in Libertà: con 20 euro/mese vi connettete con un traffico massimo di 500 MB. Il traffico in eccedenza costerà 0,6 cent/KB.
  • Se decidete di non rinnovare queste tariffe, finirete nel famoso piano di pagamento “base” a volume di 0,6 cent/KB.
  Tre
  Di fronte a tariffe che sembrano ottime, Tre ha il grosso problema di non offrire una gran copertura nazionale (solo UMTS). Al di fuori di essa inizierete a navigare in roaming nazionale con costi decisamente maggiori (a consumo, 60 cent/MB conteggiati in KB).

  
  • Tre.Dati Time: con 19 euro/mese ti connetti per  100 ore. Allo scadere delle 100 ore, costerà 1,20 euro/ora, senza gli  scaglioni di 15 minuti degli altri operatori, e sebbene siano pagate  anticipatamente i minuti eventualmente residui resteranno fruibili alle  connessioni successive.
  • Tre.Dati: con 19 euro/mese navighi con un traffico  massimo di 5 GB. Fuori dal massimale si pagano 60 cent/MB con un costo  di apertura sessione di 15 cent. Fuori dalla rete 3 si paga di meno con  questo abbonamento: 60 cent/MB senza scatto.
  Considerazioni finali: qual’è la migliore offerta?
  E’ davvero difficile decidere quale di queste tariffe sia  effettivamente quella più vantaggiosa. Come vedete, i fornitori di  servizio hanno fatto a gara per confondere le acque e rendere difficile  la vita dei propri utenti, pur rimanendo quasi sempre sullo stesso  livello di costi (esorbitanti). La maggior parte di essi utilizza un  linguaggio ambiguo, dicendo che si “naviga gratis” quando invece si  paga una parcella molto salata per ottenere un servizio non sempre  disponibile in modo ottimale. Siccome difficilmente si viene avvisati  quando si finisce in roaming,  oppure si esce dai massimali di tempo e traffico acquistato, nella  maggior parte dei casi si rischia davvero di pagare caro il proprio  errore senza rendersene conto.
  
  In definitiva, preferisco favorire chi mi offre un servizio col minor  numero di trappole e trabocchetti, anche se si fa pagare  profumatamente. Quindi, se devo proprio fare una classifica delle migliori tariffe per Internet Mobile la metterei su questo piano:

  
    1. Vodafone Internet Facile Senza Limiti, perchè è l’unica vera tariffa flat in Italia.
      2. Tre.Dati, perchè se siete per la maggior parte del tempo sotto un’area di copertura decente è effettivamente conveniente.
      3. Vodafone Internet UMTS in Libertà, perchè con 50 MB al giorno dovreste sempre cavarvela per lavoro, surfing, email e instant messaging.
      4. TIM Maxxi Alice Facile Recharge, perchè almeno vi ricarica alle vostre condizioni, e vi permette di gestire la vostra spesa (se state attenti a non sforare!)
      5. Vodafone Internet Facile: per 10 ore di collegamento giornaliero, sono 30 euro al mese.
  Questo se volete usare il collegamento Internet con l’intensità di  una normale linea ADSL fissa da casa. Per i collegamenti occasionali  (emergenze, email, un po’ di browsing e mantenere i contatti via istant messaging) forse le tariffe Wind sono le migliori, in particolare Wind SuperInternet SIM.
  
  In ogni caso, l’unica vera conclusione che possiamo trarre da questa carrellata di prezzi è che usare Internet mobile è una grossa spesa, e certamente poco conveniente rispetto al fisso. Forse in futuro non sarà più così, anche perchè le offerte cambiano letteralmente ogni mese… Anche se va detto che raramente migliorano, o fanno qualcosa di diverso rispetto a rendere il mercato ancora più confuso.
  
  Come detto prima, tutte le informazioni sono tratte dai siti dei  rispettivi operatori di telefonia mobile, e sono soggetti a modifiche e  cambiamenti. Se notate errori o discrepanze, sarò molto lieto se me lo  farete notare.

http://www.trackback...e-tariffa/5752/





#2 Ambasada.it

Ambasada.it

    TpX2MI

  • Ambasadiani MIra
  • StellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStella
  • Messaggi: 15,664

Inviato 14 October 2008 - 19:06:21


Di questi tempi la Rete e l’accesso ad essa è uno dei bisogni primari che un po’ tutti sentiamo; ADSL ormai è una tecnologia fondamentale per usufruire di tutta una serie di servizi, ma purtroppo sul territorio italiano la copertura non è totale e spesso bisogna percorrere strade alternative. Teoricamente la strada più praticabile è [...]

http://www.trackback...-servizio/7019/



.


#3 XCXC

XCXC

    TpX2MI

  • Ambasadiani MIra
  • StellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStella
  • Messaggi: 16,981

Inviato 14 October 2008 - 20:34:56


Vodafone, UMTS e Internet - storia di un (dis)servizio

Martedì, 14 Ottobre 2008

Di questi tempi la Rete e l’accesso ad essa è uno dei bisogni primari che un po’ tutti sentiamo; ADSL ormai è una tecnologia fondamentale per usufruire di tutta una serie di servizi, ma purtroppo sul territorio italiano la copertura non è totale e spesso bisogna percorrere strade alternative. Teoricamente la strada più praticabile è quella della tecnologia UMTS offerta da diverse compagnie, tra cui Vodafone. Proprio Vodafone Internet Key è l’oggetto di un’interrogazione parlamentare depositata dal senatore del Partito Democratico Mario Gasbarri.



Prima di proseguire, per evitare commenti fuori posto che porterebbero un’eventuale discussione OT, è bene che io specifichi che non m’importa assolutamente nulla del colore politico. Il problema c’è e sono contento che se ne parli proprio in un ambito in cui difficilmente si da peso a determinate tematiche (e dove spesso emerge molta ignoranza su quegli argomenti vicini alla realtà della “gente comune”).
Come sapete, anche io sono un povero digital diviso: non vivo nel centro abitato ma in una frazione del mio Comune e, nell’illusione di poter avere un accesso ad Internet con una velocità di connessione superiore a quella di 56 Kb/sec (praticamente ingestibile, anche perchè per diverse ore non potevo ricevere nè effettuare chiamate), ho sottoscritto un contratto che mi lega a Vodafone per due anni. Ho a disposizione 100 ore mensili per navigare dal lunedì al venerdì (i.e. 5 ore al giorno nei giorni lavorativi), mentre il sabato e domenica non ho limiti di tempo; quando ho dovuto effettuare la scelta, questa mi sembrava una soluzione vantaggiosa poichè non avrei avuto gli assurdi limiti sulla banda previsti dalle altre società.
Speravo di poter finalmente superare un grandissimo scoglio, ma in questi mesi purtroppo sono stato ampiamente smentito.
La più grande penalizzazione è costituita dall’inaffidabilità del servizio: nonostante il ballon tip che annuncia che la connessione è attiva (ad una velocità fittizia di 7,2 Mbps), “surfare” sul Web in determinate occasioni (ma comunque troppe per i miei gusti) è impossibile per uno dei seguenti motivi: velocità bassissima, host irraggiungibili, disconnessione automatica dopo un tempo totalmente aleatorio.
Se si è “fortunati” questo tipo di episodi si verifica al termine dell’intervallo di 15 minuti di “navigazione” che viene conteggiato anticipatamente da Vodafone, ma spesso si è costretti ad una disconnessione (o il programma VMC lite lo fa da solo) dopo pochi secondi. Grazie a questi episodi l’ultima volta ho sforato la soglia delle 100 ore e ciò si è tradotto in un sovrapprezzo di circa 12 euro che, sommati ai 30 che già verso mensilmente, danno un totale di 42 euro mensili. Un po’ troppi per un servizio meno veloce e meno efficiente e sopratutto non usufruibile 24 ore su 24, non credete?
Non è finita qui: ipotizzate che questo si verifichi quando state effettuando un’operazione importante, come una transazione on line o l’aggiornamento del firmware del vostro telefono; comprendete dunque come i danni possano essere davvero pesanti per le nostre tasche. Qualcuno può rispondere che questo è ciò che potrebbe accadere anche con la tecnologia ADSL in caso di calo di tensione. L’osservazione è giusta, ma vi assicuro che cali di tensione o black out sono molto meno frequenti delle disconnessioni automatiche. Inoltre a queste si può sempre ovviare con un gruppo di continuità.
Tenete in considerazione il fatto che io non uso la Vodafone Internet Key, oggetto di denuncia da parte del senatore Gasbarri, ma la Internet Box che in linea di massima dovrebbe garantire un servizio migliore.
E allora, da cliente profondamente deluso, condivido in toto le parole del senatore del PD che dice che questo prodotto “si sta rivelando invece soltanto un danno per coloro che lo acquistano”. E non solo economicamente, ma anche a livello di stress.
Quando poi mi sposto nel centro urbano vedo che tutto funziona a meraviglia (però non ho mai effettuato connessioni di una certa durata e testare le disconnessioni automatiche) e questo perchè lì ci sono i “ponti radio da 3 Giga, in grado di sostenere alte velocità di connessione e di trasmissione dati”.
Quousque tandem abutere, Vodafone, patientia nostra?


#4 XCXC

XCXC

    TpX2MI

  • Ambasadiani MIra
  • StellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStella
  • Messaggi: 16,981

Inviato 14 October 2008 - 22:09:29


Visualizza messaggioXCXC il 14-Oct-2008 20:34 ha detto:

Vodafone, UMTS e Internet - storia di un (dis)servizio

Martedì, 14 Ottobre 2008

Di questi tempi la Rete e l’accesso ad essa è uno dei bisogni primari che un po’ tutti sentiamo; ADSL ormai è una tecnologia fondamentale per usufruire di tutta una serie di servizi, ma purtroppo sul territorio italiano la copertura non è totale e spesso bisogna percorrere strade alternative. Teoricamente la strada più praticabile è quella della tecnologia UMTS offerta da diverse compagnie, tra cui Vodafone. Proprio Vodafone Internet Key è l’oggetto di un’interrogazione parlamentare depositata dal senatore del Partito Democratico Mario Gasbarri.




ATTO SENATO

INTERROGAZIONE A RISPOSTA ORALE 3/00283


Dati di presentazione dell'atto

Legislatura: 16
Seduta di annuncio: 68 del 08/10/2008


Firmatari

Primo firmatario: GASBARRI MARIO
Gruppo: PARTITO DEMOCRATICO
Data firma: 08/10/2008Elenco dei co-firmatari dell'attoNominativo co-firmatarioGruppoData firmaZANDA LUIGIPARTITO DEMOCRATICO08/10/2008DONAGGIO FRANCAPARTITO DEMOCRATICO08/10/2008FILIPPI MARCOPARTITO DEMOCRATICO08/10/2008LIVI BACCI MASSIMOPARTITO DEMOCRATICO08/10/2008MORRI FABRIZIOPARTITO DEMOCRATICO08/10/2008NEROZZI PAOLOPARTITO DEMOCRATICO08/10/2008PEGORER CARLOPARTITO DEMOCRATICO08/10/2008VIMERCATI LUIGIPARTITO DEMOCRATICO08/10/2008VITA VINCENZO MARIAPARTITO DEMOCRATICO08/10/2008


Destinatari

Ministero destinatario:


  • MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO
  • MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI

Attuale delegato a rispondere: MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO delegato in data 08/10/2008

Stato iter:
IN CORSO
Atto Senato

Interrogazione a risposta orale 3-00283 presentata da MARIO GASBARRI
mercoledì 8 ottobre 2008, seduta n.068GASBARRI, ZANDA, DONAGGIO, FILIPPI Marco, LIVI BACCI, MORRI, NEROZZI, PEGORER, VIMERCATI, VITA - Ai Ministri dello sviluppo economico e delle infrastrutture e trasporti - Premesso che:

la Vodafone, a partire dall'autunno del 2007, ha avviato una dispendiosa campagna pubblicitaria per vendere ai consumatori una Internet key (Huawei E172), con la quale garantiva agli acquirenti la possibilità di connettersi con il proprio computer alla rete Internet ad una velocità di 7,2 Mbps in downlink (HSDPA) e 2 Mbps in uplink (HSUPA);

la suddetta Internet key, in realtà è un modem HSPA, con al suo interno una SIM dati. Per esemplificare, si tratta di telefonia mobile indirizzata ai computer, per lo più portatili, compatibili con i sistemi operativi Windows e Macintosh;

Vodafone vende la Internet key a 200 euro, e per il suo ottimale funzionamento mette a disposizione della clientela diversi tipi di contratto-abbonamento: il primo costa 30 euro al mese, e consente la navigazione per un massimo di 100 ore dal lunedì al venerdì (il sabato e la domenica sono gratis); il secondo prevede l'offerta di 100 ore in libertà; il terzo dà la possibilità di 15 ore in libertà (15 euro al mese per navigare solo 15 ore); l'ultima possibilità è quella di navigare a tempo, senza abbonamento, al costo di 4 euro all'ora. La tariffazione viene effettuata per sessioni di 15 minuti. Il contratto-abbonamento è obbligatoriamente biennale tanto che il recesso anticipato è sottoposto alla corresponsione alla Vodafone di penale da parte dell'utente;

in realtà, per funzionare al meglio, la Internet key ha bisogno di ponti radio da 3 Giga, che tra l'altro siano in grado di sostenere alte velocità di connessione e di trasmissione dati. In pratica, la Internet key funziona quasi esclusivamente nei grandi centri urbani, dove il digital divide si fa sentire meno rispetto alla periferia, alle zone montane e di campagna e nei centri minori;

gli acquirenti della Internet key di Vodafone hanno iniziato ad avere problemi di connessione ad alta velocità quando, proprio a seguito della campagna pubblicitaria, la domanda del prodotto ha conosciuto un'autentica impennata, provocando la "saturazione di banda". Infatti, a differenza del cavo, l'UMTS e il GPRS dividono la capacità della banda per il numero dei richiedenti;

tale situazione ha creato non pochi problemi agli acquirenti della Internet key di Vodafone, tanto che sono sempre più numerosi coloro che denunciano: una velocità di connessione ad Internet molto inferiore a quella pubblicizzata, pari se non appena superiore all'analogico; il distacco "spontaneo" della connessione, anche a distanza di pochi minuti dall'avvio, perché il remote non risponde; un andamento della velocità di crociera che tende immediatamente dopo la connessione a scendere verso lo 0 e quando va bene, la stessa raggiunge a regime la punta di 20-max-30KB/s in download e di 45-50 KB/s in upload. In media, la velocità di navigazione è di 6, 7, 10 KB/s; nei fine settimana, si segnalano lunghe pause senza segnale;

a complicare il funzionamento della Internet key vi è il fatto che Vodafone consegna il prodotto senza software, costringendo la clientela a scaricarlo dal sito Internet della società, ed ogni comunicazione tra la società e l'utente avviene solo via SMS, attraverso la scheda inserita nella chiavetta;

gli utenti Macintosh soffrono di particolari problemi aggiuntivi rispetto a quelli Windows, per via della mancata ottimizzazione del software;

tenuto conto che:

nonostante i reclami e le proteste sollevate dalla clientela, non risulta che la Vodafone abbia adottato iniziative per migliorare ed avvicinare il servizio agli standard previsti in sede pubblicitaria;

la società Vodafone prosegue nella distribuzione della Internet key, pur essendo ormai consapevole dell'impossibilità di mantenere i patti stipulati con gli utenti,

si chiede di sapere:

se i Ministri in indirizzo non ritengano opportuno intervenire sia direttamente sia attraverso il coinvolgimento dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, per tutelare gli acquirenti della Internet key di Vodafone;

se risulti che anche altre società di telefonia mobile abbiano adottato iniziative commerciali per vendere ai consumatori Internet key ad alta velocità di connessione, con prestazioni del tutto simili a quelle fornite da Vodafone;

se non ritengano di dover interessare l'Autorità garante della concorrenza e del mercato, per sanzionare Vodafone, ed eventualmente anche altre società di telefonia mobile, e far immediatamente cessare la "pubblicità ingannevole" sulle Internet key.

(3-00283)


#5 sergio3

sergio3

    TpXMI

  • Ambasadiani MI1ax
  • StellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStella
  • Messaggi: 10,426
    Località:INSUBRIA -PADANIA
    Interessi: TUTTO

    Medaglie




Inviato 14 October 2008 - 22:30:03


La mia Inquilina Moldava ha comperata questa chiavetta della Vodafone su e-Bay  a 110 € spese di trasporto comprese--pubblicizzata x 7,2 MB di velocità--allora: funziona ma non alla velocità pubbicizzata--la scheda l'ha comperata a parte a 10 € della Vodafone + 25 € per 150 ore (o 100- non ricordo più)
Va fatta  chiarezza, è vero !!!!



Io non mi sento italiano, voglio resistere e insorgere


#6 XCXC

XCXC

    TpX2MI

  • Ambasadiani MIra
  • StellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStella
  • Messaggi: 16,981

Inviato 15 October 2008 - 00:04:23


nessuno pretende di navigare a 7,2 Mb (non MB che e' diverso) ma almeno in download arrivare a 300 KB/s (300x8= 2,4 Mb/s) mi accontenterei...

velocita' soddisfacente per navigare e l'utilizzo della rete per almeno il 90% delle persone...

ma qui si parla (almeno cosi' leggo... nell'interrogazione) di 1/10 !!!


#7 XCXC

XCXC

    TpX2MI

  • Ambasadiani MIra
  • StellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStella
  • Messaggi: 16,981

Inviato 27 April 2012 - 19:20:45


Chiavette Internet: offerte migliori 2012 aprile. Confronto TIM, Wind, 3 Italia, Vodafone, Fastweb

Una panoramica di alcune delle proposte degli operatori di telefonia mobile per l’accesso alla Rete tramite Internet Key che meglio possono soddisfare le differenti esigenze degli utenti.

Nuovo appuntamento con le tariffe per il collegamento a Internet tramite chiavetta USB proposte dagli operatori di telecomunicazioni in Italia. Ciascuna offerta può risultare la migliore per le proprie esigenze. È bene, dunque, prestare attenzione alle condizioni di ogni proposta e verificare se le stesse collimano con i propri bisogni. Il confronto prende in esame le offerte aggiornate ad aprile 2012 per l’accesso alla Rete e la navigazione online tramite Internet Key da inserire in una porta USB in dote al proprio PC.

TIM declina la propria offerta in molteplici soluzioni per clienti Ricaricabile e Abbonamento. Di particolare interesse sono le offerte speciali Internet per un anno, tutte in promozione. Fra queste, Ricarica Internet 40 (40 ore/mese per 12 mesi) a 69 euro anziché 108 euro, e Internet Pack Senza Limiti (navigazione senza limiti di tempo per 12 mesi + chiavetta 14.4 o modem 3G Wi-Fi 14.4. a 199 euro anziché 342 euro).

Vodafone propone una promozione dedicata ai clienti Abbonamento. Chi acquista una Internet Key in Abbonamento con Vodafone può beneficiare di uno sconto del 50% sul canone mensile associato alle offerte Internet dedicate. Con 9,59 euro/mese per 12 mesi anziché 19 euro è possibile disporre di una chiavetta Internet 28.8 Mbps e di una velocità fino a 7,2 Mbps con i primi 3 GB. È altresì possibile scegliere una Internet Key WiFi. Con 19,50 euro/mese per 12 mesi, si può fruire di una velocità fino a 43,2 Mbps con i primi 7 GB, attraverso una Internet Key 42.2 o una Internet Key WiFi.

Wind propone in promozione l’offerta Super Internet Unlimited. Chi acquista una Wind Internet Key può sfruttare il piano tariffario Mega Unlimited per accedere alla Rete e navigare online senza limiti di tempo, al costo di 15 euro/mese per due anni anziché 20 euro.

Fastweb propone il router Wi-Fi Huawei E5830 e la Fastweb Key FW216 in abbinamento alle offerte per l’Internet in mobilità MaxiFlat e MiniFlat. Fastweb MaxiFlat prevede un canone mensile di 15 euro anziché 18 euro fino al 2013 e offre Internet senza limiti (dopo i primi 10GB la velocità viene ridotta a 64 Kbps), mentre Fastweb MiniFlat prevede un canone di 10 euro/mese (dopo i primi 2GB la velocità viene ridotta a 64 Kbps).

Tre Italia propone le opzioni Internet per chiavetta Super Web.day (4 ore/giorno a 1 euro/giorno), Super Web.week (15 ore/settimana a 3 euro/settimana) e Super Web.100 (100 ore/mese a 15 euro/mese).


#8 Rick

Rick

    Tpx5MI

  • Ambasadiani MI1a
  • StellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStella
  • Messaggi: 5,223

    Medaglie



Inviato 27 April 2012 - 23:23:35


Visualizza messaggioXCXC il 27-Apr-2012 20:20 ha detto:


Tre Italia propone le opzioni Internet per chiavetta Super Web.day (4 ore/giorno a 1 euro/giorno), Super Web.week (15 ore/settimana a 3 euro/settimana) e Super Web.100 (100 ore/mese a 15 euro/mese).

e super internet ?

5 euro 3 gb mese ... la migliore !



Immagine inviata


#9 XCXC

XCXC

    TpX2MI

  • Ambasadiani MIra
  • StellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStella
  • Messaggi: 16,981

Inviato 27 April 2012 - 23:59:00


Visualizza messaggioRick il 27-Apr-2012 23:23 ha detto:


e super internet ?

5 euro 3 gb mese ... la migliore !

La sim con l'opzione Super Internet serve per navigare solo ed esclusivamente dal cellulare. Quindi non si puo' utilizzare nelle chiavette e nemmeno nel cellulare come modem collegato al pc! Ovvero si puo' utilizzare ma il traffico viene conteggiato come consumo dati secondo il piano telefonico.

Questo da circa 2 anni...

Le sim precedenti invece possono usufruire di Super Internet senza restrizioni di dispositivi, thetering, wi-fi spot personale ecc... e senza il limite giornaliero di 100 MB


#10 Rick

Rick

    Tpx5MI

  • Ambasadiani MI1a
  • StellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStella
  • Messaggi: 5,223

    Medaglie



Inviato 29 April 2012 - 00:04:59


Visualizza messaggioXCXC il 28-Apr-2012 00:59 ha detto:

La sim con l'opzione Super Internet serve per navigare solo ed esclusivamente dal cellulare. Quindi non si puo' utilizzare nelle chiavette e nemmeno nel cellulare come modem collegato al pc! Ovvero si puo' utilizzare ma il traffico viene conteggiato come consumo dati secondo il piano telefonico.

Questo da circa 2 anni...

Le sim precedenti invece possono usufruire di Super Internet senza restrizioni di dispositivi, thetering, wi-fi spot personale ecc... e senza il limite giornaliero di 100 MB

telefono o chiavetta non cambia nulla

conteggiano sempre allo stesso modo


Piuttosto si , i 100 mb giornalieri quello si

ci sono per le sim recenti .



Una cosa ,

non ho voglia di cercare ed approfitto delle tue conoscenze ....

in questi giorni si fa un gran parlare in Transnistria

per l'attivazione del servizio "LTE"

che roba è

o meglio

in quali applicazioni pratiche si esprime il vantaggio ?



Immagine inviata





Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi










                                                                                    Effettua i tuoi pagamenti con PayPal.  un sistema rapido, gratuito e sicuro.  



 info@ambasada.it    info@pec.ambasada.it    Telegram.me/Ambasada    iMessage: info@ambasada.it   fax +39 02 45503457  tel +39 02 45071457


ATTENZIONE! per i recapiti dell'Ambasciata della Moldavia a Roma click qui , per il Consolato di Milano click qui , per il Consolato di Padova click qui ATTENZIONE!


Privacy e Cookie Policy / Termini e Regole del Forum