Vai al contenuto

  • Log In with Google      Accedi   
  • Registrati ora!


Risparmia acquistando online! Clicca Qui!
TorinoChisinau MilanoChisinau VeronaChisinau VeneziaChisinau BolognaChisinau RomaChisinau CagliariChisinau


  Moldova-mms.com News dal Regina Pacis Seborganelmondo  



SMMS   a
moldova-mms.com

     VEDI MEGLIO
    
e commenta >>

     SMS     a:   +39 (coming soon)
     MMS   a:   live @ moldova-mms . com




- - - - -

Oggi anche questo è possibile


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 28 risposte

#21 Rick

Rick

    Tpx5MI

  • Ambasadiani MI1a
  • StellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStella
  • Messaggi: 5,223

    Medaglie



Inviato 22 March 2010 - 15:57:44


Visualizza messaggioCristal, su 21-Mar-2010 21:32, dice:

Oggi anche questo è possibile, chi ringraziare sta volta?

Non avevo notato la vena polemica del titolo ,
immagino con riferimento ad un mio post
anche se non ricordo + in quale discussione .

Allora , ti spiego una cosa che forse non hai ancora ben capito

la nostra vita è influenzata da compratamenti di terzi

ed ogni singolo che si frappone tra noi ed il nostro scopo

è potenzialemnte una variabile impazzita .


Dal comportamento della singola variabile

non se ne può dedurre la respinsabilità del sistema

specialmente se quello stesso sistema

ti ha messo a disposizione ogni strumento utile e necessario

per porre rimedio agli atti della variabile impazzita .

QUINDI

anche in questo caso , guarda te la coincidenza ,

occorre ringraziare il governo del PDL , s

arà un coincidenza

ma tu pensa che a garantire il PdS per il minore non accompagnato

così come il suo diritto allo studio

è proprio il decreto attuativo della Bossi Fini ......



Immagine inviata


#22 Lavi

Lavi

    AdvMI

  • Ambasadiani MI1a
  • StellaStellaStella
  • Messaggi: 691

Inviato 22 March 2010 - 16:54:38


Visualizza messaggioCristal, su 21-Mar-2010 20:32, dice:

Cara Lavi, sotto c'è l'ignoranza e l'indifferenza di certi adulti che si sentono di detenere il potere, niente di tanto soffisticato. Hai detto bene, non ha senso sta storia, così come il buon senso di qualcuno si è perso per strada.

I bambini imparano ciò che vivono

Se un bambino vive nella critica impara a condannare.
Se un bambino vive nell'ostilità impara ad aggredire.
Se un bambino vive nell'ironia impara ad essere timido.
Se un bambino vive nella vergogna impara a sentirsi colpevole.
Se un bambino vive nella tolleranza impara ad essere paziente.
Se un bambino vive nell'incoraggiamento impara ad avere fiducia.
Se un bambino vive nella lealtà impara la giustizia.
Se un bambino vive nella disponibilità impara ad avere una fede.
Se un bambino vive nell'approvazione impara ad accettarsi.
Se un bambino vive nell'accettazione e nell'amicizia impara a trovare l'amore nel mondo.

(Doret's Law Natle)

Bisogna sempre ricordare che i bambini diventeranno domani ciò che noi li facciamo vivere oggi!

Ma al di là delle belle parole(che nella pratica servono a poco) siete andati a fondo di questa storia?Non mi sembra tanto credibile che un Preside si giochi il posto perchè accecato dal razzismo...quindi nella sua scuola stranieri non ce ne sono?


#23 Cristal

Cristal

    TpMI

  • Ambasadiani MI1a
  • StellaStellaStellaStella
  • Messaggi: 1,421
    Località:Roma
    Interessi: L'anima di una persona sta nascosta nello sguardo, per questo abbiamo paura di guardarci negli occhi. Jim Morrison

    Medaglie





Inviato 22 March 2010 - 20:51:33


Visualizza messaggioliliana, su 21-Mar-2010 23:47, dice:

se il bimbo e irregolare vengono richiesti i documenti dei genitori
e non solo ma anche la dichiarazione della scuola che ha frequentato
nel suo paese tradotta e apostillata più le vaccinazioni anche quelle tradotte e apostillate
al meno a  VR funziona cosi...

Il bambino è nato in Italia, è bastato il nulla osta della vecchia scuola. Abbiamo iscritti diversi bambini con madri senza pds. L'irregolarità dei genitori non può ledere il diritto allo studio di un minore (proprio perchè scuola d'obbligo).

Visualizza messaggioRick, su 22-Mar-2010 15:57, dice:

Non avevo notato la vena polemica del titolo ,
immagino con riferimento ad un mio post
anche se non ricordo + in quale discussione .
.......


Mannaggia, Rick, come ha fatto sfuggirti questo particolare?! a te che non sfugge mai niente! Mi vorrai perdonare spero, ma onestamente non mi sento di dover ringraziare Berlusca di nulla. Come neanche l'altra sponda. Sia la destra che la sinistra mi stanno sulle scatole. Sono solo due i politici che mi sono relativamente simpatici: Fini e Veltroni.


Visualizza messaggioLavi, su 22-Mar-2010 16:54, dice:

Ma al di là delle belle parole(che nella pratica servono a poco) siete andati a fondo di questa storia?Non mi sembra tanto credibile che un Preside si giochi il posto perchè accecato dal razzismo...quindi nella sua scuola stranieri non ce ne sono?

Le parole sopra è proprio nella pratica che servono!
Il preside (con aria e linguaggio di grande cafone) non si è giocato un bel niente, stai tranquilla x lui.
Se avessi letto bene ciò che ho scritto, avresti forse notato che il  problema non era il fatto che è "straniero" ma il fatto che è un ragazzo difficile, uno con cui bisogna darsi da fare ed è sicuramente più veloce metterlo fuori che lavorarci. Soprattutto quando arrivano pressioni da parte di altri genitori. Chissà come mai nella vecchia scuola il ragazzo era stato accolto bene e benvoluto, lo si legge pure nelle pagelle come andava.

Comunque, vorrei ringraziare chi pazientemente ha letto e afferrato il nocciolo della questione, senza troppi giudizi e pippe mentali.
La mia collega ha contattato la vecchia scuola che probabilmente lo accoglirà. Questo perchè il bene del minore viene prima di qualsiasi guerra degli adulti. Dato che lì si trovava bene è sicuramente più giusto offrirgli un ambiente sereno prima di tutto. Poi la denuncia invece la dovrebbe fare la nonna, perchè il ragazzo è affidato a lei. Se fossimo stati una casa famiglia per minori lo avremmo fatto noi. Solo che la nonna non vuole creare problemi a nessuno, non vuole andare contro nessuno, dove le dici di stare lì sta. E stavolta le hanno detto di stare fuori.



IPB Image


www.mondodeicolori.net
L'anima di una persona sta nascosta nello sguardo, per questo abbiamo paura di guardarci negli occhi. Jim Morrison

#24 Lavi

Lavi

    AdvMI

  • Ambasadiani MI1a
  • StellaStellaStella
  • Messaggi: 691

Inviato 23 March 2010 - 10:44:37


Visualizza messaggioCristal, su 22-Mar-2010 20:51, dice:

Il bambino è nato in Italia, è bastato il nulla osta della vecchia scuola. Abbiamo iscritti diversi bambini con madri senza pds. L'irregolarità dei genitori non può ledere il diritto allo studio di un minore (proprio perchè scuola d'obbligo).
Mannaggia, Rick, come ha fatto sfuggirti questo particolare?! a te che non sfugge mai niente! Mi vorrai perdonare spero, ma onestamente non mi sento di dover ringraziare Berlusca di nulla. Come neanche l'altra sponda. Sia la destra che la sinistra mi stanno sulle scatole. Sono solo due i politici che mi sono relativamente simpatici: Fini e Veltroni.
Le parole sopra è proprio nella pratica che servono!
Il preside (con aria e linguaggio di grande cafone) non si è giocato un bel niente, stai tranquilla x lui.
Se avessi letto bene ciò che ho scritto, avresti forse notato che il  problema non era il fatto che è "straniero" ma il fatto che è un ragazzo difficile, uno con cui bisogna darsi da fare ed è sicuramente più veloce metterlo fuori che lavorarci. Soprattutto quando arrivano pressioni da parte di altri genitori. Chissà come mai nella vecchia scuola il ragazzo era stato accolto bene e benvoluto, lo si legge pure nelle pagelle come andava.

E tu forse avresti notato cosa sto cercando di dire: quello che ha fatto il Preside non è legale(che l'abbia buttato fuori perchè straniero o perchè difficile non fa differenza) e per questo può essere denunciato. Purtroppo però non lo potete denunciare per il discorso dell'irregolarità della nonna(e mi pare chiaro che il Preside ne sia a conoscenza sennò non rischierebbe il posto) perchè passereste voi dalla parte del torto. Accettarlo o meno è quindi a discrezione del Preside che fa solo il suo lavoro:è un amministrativo e non un assistente sociale(che la sua scelta sia moralmente discutibile è un altro discorso). La cosa però che mi fa pensare sono le lamentele  dei genitori...o sono tutti un branco di rimbecilliti(e può anche essere per carità)o la situazione doveva essere veramente disastrosa...non credi che anche gli altri abbiano diritto di imparare?


#25 Rick

Rick

    Tpx5MI

  • Ambasadiani MI1a
  • StellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStella
  • Messaggi: 5,223

    Medaglie



Inviato 23 March 2010 - 17:54:47


Visualizza messaggioCristal, su 22-Mar-2010 21:51, dice:

onestamente non mi sento di dover ringraziare Berlusca di nulla


"Amo l’Italia e il premier"   Immigrato chiama il figlio Silvio Berlusconi

La scelta di Anthony, 36 anni, operaio arrivato dal Ghana. "Che c’è di strano? E’ un modo per dire grazie a chi mi ha dato il permesso di soggiorno", spiega


Immagine inviata


Modena, 23 marzo 2010 - Il piccolo Silvio Berlusconi mangia un gelato e sta davanti alla tv a vedere la partita del Milan. Non c’è da stupirsi, con un nome così. «Anche se io tifo Inter...», spiega papà Anthony, 36 anni, originario del Ghana. La casa, un appartamento alla periferia nord di Modena, è piccolina. Anthony, operaio metalmeccanico con un passato da cantante, ci vive con i figli Isaac, 8 anni, e Nanama, 16 anni. E da un mesetto è arrivato anche lui, il più piccino: Silvio Berlusconi. Silvio Berlusconi Boahene, anche se ha rischiato di chiamarsi George Bush o Tony Blair. Neanche cinque anni, nato ad Accra, capitale del Ghana, il 9 settembre 2005, così recita il passaporto. E pare che il funzionario dell’anagrafe locale non abbia battuto ciglio. A differenza di qualche interlocutore italiano che ha trovato da ridire: «Ma si rende conto? Un nome del genere può creare problemi al bambino. E poi, lo sa?, Berlusconi non ha fatto solo cose buone». Ma ad Anthony certi discorsi non interessano. «Credo di dovere a Berlusconi il mio permesso di soggiorno — spiega sorridendo —. Volevo dare a mio figlio il nome di un grande capo politico. Mi piace, mi piace tutto di lui...».


Anthony si è innamorato del nostro paese nel 2002. La sua storia non è come tutte le altre. In patria è conosciuto come B. Brown, cantante di un genere definito hip-life, un apprezzato mix tra musica religiosa e pop. B. Brown ha cantato per le comunità ghanesi in Finlandia, Danimarca, Germania, Francia. Un giorno, nel 2002, fa tappa a Palermo. «E lì ho vissuto per due anni. Trovo che questo paese sia bellissimo. Tranquillo, con un grande calore umano». Nel 2004 si trasferisce a Modena. In quegli anni è Berlusconi il capo del governo. Lui invece non è più B. Brown, è solo Anthony: «Per vivere lavoro da sei anni come metalmeccanico. La musica può aspettare, ora non ho tempo, ci sono i miei figli».

Il più piccolo lo chiama semplicemente Silvio. Ha già iniziato a frequentare l’asilo, pronuncia le prime parole in italiano. A casa, dice, hanno preso bene la scelta del nome. E anche i colleghi di lavoro. «Non c’è problema. A me Berlusconi piace come parla, come si muove. Come persona, anche se non seguo molto la politica». Pierluigi Bersani, il segretario del Pd? Anthony assume un’aria interrogativa: «No, mi dispiace non lo conosco». Il governo ha dato un giro di vite sull’immigrazione: «Va bene, le leggi vanno rispettate e basta, in ogni paese è così». Fra tre anni potrà diventare cittadino italiano. Inutile chiedergli per chi voterà. «Per Berlusconi, di sicuro». E un giorno, sorride, potrà votare anche il suo piccolo Silvio.

Che futuro sogna per i suoi figli? Dottoressa, calciatore. E Silvio Berlusconi? «Presidente, questo bambino sarà presidente. Del Ghana o dell’Italia, non importa. Voglio che studi politica, che si prepari».

di Marco Bilancioni



Immagine inviata


#26 Rick

Rick

    Tpx5MI

  • Ambasadiani MI1a
  • StellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStella
  • Messaggi: 5,223

    Medaglie



Inviato 23 March 2010 - 17:58:19


Visualizza messaggioCristal, su 22-Mar-2010 21:51, dice:

la nonna, perchè il ragazzo è affidato a lei

A si ?!?

allora perchè non gli fate fare il PdS ?

Ps : il preside può legittimamente  rifiutare l'iscrizione se le classi sono piene



Immagine inviata


#27 Cristal

Cristal

    TpMI

  • Ambasadiani MI1a
  • StellaStellaStellaStella
  • Messaggi: 1,421
    Località:Roma
    Interessi: L'anima di una persona sta nascosta nello sguardo, per questo abbiamo paura di guardarci negli occhi. Jim Morrison

    Medaglie





Inviato 23 March 2010 - 20:32:58


Visualizza messaggioRick, su 23-Mar-2010 17:58, dice:

A si ?!?

allora perchè non gli fate fare il PdS ?

Ps : il preside può legittimamente  rifiutare l'iscrizione se le classi sono piene

non si tratta di rifiutare o accettare l'iscrizione ma di buttare fuori un alunno che è stato già iscritto e ha frequentato per 3 mesi la scuola.



IPB Image


www.mondodeicolori.net
L'anima di una persona sta nascosta nello sguardo, per questo abbiamo paura di guardarci negli occhi. Jim Morrison

#28 Cristal

Cristal

    TpMI

  • Ambasadiani MI1a
  • StellaStellaStellaStella
  • Messaggi: 1,421
    Località:Roma
    Interessi: L'anima di una persona sta nascosta nello sguardo, per questo abbiamo paura di guardarci negli occhi. Jim Morrison

    Medaglie





Inviato 23 March 2010 - 20:35:48


Visualizza messaggioLavi, su 23-Mar-2010 10:44, dice:

...non credi che anche gli altri abbiano diritto di imparare?
Certo, credo che TUTTI i bambini ne hanno diritto!



IPB Image


www.mondodeicolori.net
L'anima di una persona sta nascosta nello sguardo, per questo abbiamo paura di guardarci negli occhi. Jim Morrison

#29 Rick

Rick

    Tpx5MI

  • Ambasadiani MI1a
  • StellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStella
  • Messaggi: 5,223

    Medaglie



Inviato 24 March 2010 - 16:41:48


Visualizza messaggioCristal, su 23-Mar-2010 21:32, dice:

non si tratta di rifiutare o accettare l'iscrizione ma di buttare fuori un alunno che è stato già iscritto e ha frequentato per 3 mesi la scuola.

si .....
ma se era in 5° e doveva essere in 4 °

può benissimo essere che in 4 non c'è posto .


Poi cmq , se non l'avessero accettato da subito , a priori ,
allora si ,
mi sarei scandalizzato

ma in questi termini ,
mettiamo anche che il preside abbia fatto qualche furbata
per rimediare ad una situazione che si era venuta a creare
a seguito del suo inserimento

beh , direi che cmq il preside ha il dovere di tutelare il gruppo prima che il singolo

E' successo anche nei confronti di ragazzi italiani ,
rifiutati solo xchè figli di mafiosi

In fin dei conti un 'altra scuola l'ha trovata
e non si può di certo dire
che gli sia stato negato il diritto allo studio .

Senza contare che certe "battaglie" per questioni di principio
sarebbe meglio farle senza usare i minori come arieti .



Immagine inviata





Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi










                                                                                    Effettua i tuoi pagamenti con PayPal.  un sistema rapido, gratuito e sicuro.  



 info@ambasada.it    info@pec.ambasada.it    Telegram.me/Ambasada    iMessage: info@ambasada.it   fax +39 02 45503457  tel +39 02 45071457


ATTENZIONE! per i recapiti dell'Ambasciata della Moldavia a Roma click qui , per il Consolato di Milano click qui , per il Consolato di Padova click qui ATTENZIONE!


Privacy e Cookie Policy / Termini e Regole del Forum