Vai al contenuto

  • Log In with Google      Accedi   
  • Registrati ora!


Risparmia acquistando online! Clicca Qui!
TorinoChisinau MilanoChisinau VeronaChisinau VeneziaChisinau BolognaChisinau RomaChisinau CagliariChisinau


  Moldova-mms.com News dal Regina Pacis Seborganelmondo  



SMMS   a
moldova-mms.com

     VEDI MEGLIO
    
e commenta >>

     SMS     a:   +39 (coming soon)
     MMS   a:   live @ moldova-mms . com




- - - - -

Mamma mia :(


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 34 risposte

#31 antalena

antalena

    TpxMI

  • Ambasadiani MI1e
  • StellaStellaStellaStellaStella
  • Messaggi: 1,900

    Medaglie


Inviato 09 December 2009 - 10:11:21


Visualizza messaggioRosa, su 26-Nov-2009 12:39, dice:

Al, ma anni fa, quando era piu' poverta', la donna partoriva non uno o due figli, ma 4-5 o addirittura 10! E non mi sembra di aver visto tutta questa depressione!

Penso che sono cambiate molte cose da una volta ad oggi.
L'ambizione e aumentata, tante donne non sono mai contente, si sentono non realizzate.... e cosi via, penso anche che, avendo un figlio a una età piu giovane, ce magari l'incoscienza pero piu disponibilità verso un bimbo, quando una donna vive un pò per se stessa... dopo, sa quello che non ha piu, liberta di movimento, di tempo... di non responsabilità...
... nella testa scatta qualcosa...

Purtroppo come ho gia scritto tante volte, ci sono persone forti, e persone meno forti... debole.
Quando dico forte non intendo solo come forza, ma anche chiedere aiuto e forza, una mamma che ha un problema dell’genere si vergogna… e la tiene per se. Purtroppo.

Un figlio e una responsabilità, un impegno… AMORE, devozione, sacrificio…. E potrei andare cosi fino a riempire la pagina, ma non basta.
Qualcuno mi assalirà, ma io sono del avviso che non tutte le donne sono in grado di essere madri…
Tutte hanno il desiderio le possibilità, magari… ma…

Sono pero anche io d’accordo con chi dice che il carcere non e la soluzione adatta.
Ha bisogno di amore e sostegno.
Il suo futuro non sarà mai piu, come forse una volta lei sognava.


N.B. Ciao Rosa, la tua non è cattiveria. :6:



Kivulumi

#32 antalena

antalena

    TpxMI

  • Ambasadiani MI1e
  • StellaStellaStellaStellaStella
  • Messaggi: 1,900

    Medaglie


Inviato 09 December 2009 - 10:21:51


Visualizza messaggioAmbasada.it, su 6-Dec-2009 15:49, dice:

i normali momenti di incontro tra coppie che invece sono solite trovarsi di tanto in tanto per raccontarsi le loro esperienze, i loro momenti di vita. Perché sporcavano.


Ho letto ora, si qualcuno non ha capito in tempo, ma il medico?
Un medico, qualsiasi... avrà fato dei controlli durante la gravidanza... genitori ... marito...

VERGOGNA
Cosa direbbe il paese?
La gente ha la bruta abitudine di tenere nascosto.



Kivulumi

#33 antalena

antalena

    TpxMI

  • Ambasadiani MI1e
  • StellaStellaStellaStellaStella
  • Messaggi: 1,900

    Medaglie


Inviato 09 December 2009 - 10:23:54


E dopo il matrimonio aveva anche interrotto le visite degli amici, i normali momenti di incontro tra coppie che invece sono solite trovarsi di tanto in tanto per raccontarsi le loro esperienze, i loro momenti di vita. Perché sporcavano.

La chiave.



Kivulumi

#34 liliana

liliana

    TpxMI

  • Ambasadiani MI1a
  • StellaStellaStellaStellaStella
  • Messaggi: 1,561

    Medaglie



Inviato 09 December 2009 - 11:09:57


Visualizza messaggioantalena, su 9-Dec-2009 11:11, dice:


Qualcuno mi assalirà, ma io sono del avviso che non tutte le donne sono in grado di essere madri…



concordo pienamente con questa frase



MEMENTO AUDERE SEMPER


#35 Ambasada.it

Ambasada.it

    TpX2MI

  • Ambasadiani MIra
  • StellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStella
  • Messaggi: 15,689

Inviato 16 December 2009 - 23:18:45


Padova. Donna si butta dal sesto piano
Era diventata mamma da pochi giorni

Morta a Montegrotto una 32enne di Due Carrare:
era disperata perché il neonato rifiutava il latte materno


                        

PADOVA (16 dicembre) - Una donna di 32 anni, Chiara Terruggi, madre da cinque giorni, è morta dopo essersi gettata dal sesto piano dell'hotel Augustus a Montegrotto Terme (Padova). L'allarme è stato dato verso le 18.30 di ieri da alcuni dipendenti dell'albergo che hanno sentito un tonfo sordo e poi visto a terra il corpo della donna. Nessun biglietto, a quanto risulta, è stato trovato dai carabinieri. La dinamica della tragedia, che non si esclude possa essere legata a una depressione post parto, è al centro del lavoro dei militari dell'Arma di Abano Terme. A quanto si è appreso il neonato non voleva essere allattato dal seno materno.

Secondo una prima ricostruzione la donna è uscita oggi pomeriggio da casa da sola e si è diretta a Montegrotto. Una volta entrata nell'albergo ha chiesto alla portineria di poter vedere la piscina che si trova al sesto piano. Quindi - sempre secondo quanto ricostruito - una volta salita al piano avrebbe aperto una finestra gettandosi nel vuoto.

La vittima si chiama Chiara Terruggi, aveva 32 anni e abitava in via Pascoli a Due Carrare. Prima di andare a uccidersi aveva lasciato il neonato alla nonna del piccolo. Il marito è stato rintracciato e avvisato verso le 19.30.


   Invia       Stampa   

linkedin facebook digg mixx yahoo-buzz


 COMMENTI     (30 di 55) Ordina pag: di 2 Scrivi  
sono rimasta molto colpita da questa vicenda, che mi ha fatto riflettere su un grosso limite del nostro sistema sanitario, che manda a casa le neo mamme dopo appena 48 ore dal parto naturale e massimo 72 dal parto cesareo. se le donne -soprattutto le primipare-potessero rimanere in ospedale qualche giorno in più, potrebbero essere accompagnate nell'esperienza della maternità, anche nell'allattamento (scoprendo ad es. che il latte può venire fino a 20 gg. dopo il parto!!) ma soprattutto forme più evidenti di depressione e psicosi post partum potrebbero essere diagnosticate, rendendo meno frequenti tragedie come questa. infine condivido i commenti che evidenziano la pervasività dell'esperienza della depressione, che porta le persone dentro un tunnel la cui unica soluzione pare essere il suicidio, come ha ben descritto nel suo commento il "mancato suicidio".
commento inviato il 16-12-2009 alle 22:44 da mara
 
dedicato a te chiara terruggi
Cara Chiara..... ti porteremo per sempre nei nostri cuori,la tua anima ci terrà compagnia!!!!!
chiara dr,barbara,doriana,paola z, vincenza, giorgia,valentina, susanna, michela, elisabetta,valentina s, mascia,linda, rossella,silvia, grazia,gianna, piera, sabrina, paola v, caterina, emanuela, maria teresa,patrizia, stefania, lorenza, nicoletta, gigia, alessandro r, donatella f.
chiedo scusa ,se involontariamente ho dimenticato qualche amica o collega.
Ciao grandi occhi.....
commento inviato il 16-12-2009 alle 22:14 da chiara de rossi
 
a chiara terruggi (suicidio a MontegrottoT)
Cara Chiara T. ................................. Ti porteremo sempre nei nostri cuori,la tua anima ci terrà compagnia!!!!!
chiara dr, doriana, barbara, paola, giorgia, valentina, vincenza, susanna, michela ,elisabetta, mascia, linda, rossella, valentina s, paola v, piera, sabrina,emanuela, grazia, teresa, gianna, silvia,alessandro r, donatella, stefania, lorenza, caternia,nicoletta, gigia.
Chiedo scusa, se .. involontariamente ho dimenticato il nome di qualche amica o collega.
commento inviato il 16-12-2009 alle 21:41 da kiaradr@live.it
 
per Mikaela
condivido la sua analisi,i sapientoni hanno ancora molto da imparare.
commento inviato il 16-12-2009 alle 18:39 da mozart
 
per mikaela
condivido appieno il suo commento.
buona serata
commento inviato il 16-12-2009 alle 17:59 da veneta
 
si è ritirato?
...meno male,...a volte parte bene ...poi cade.....è come certe persone che vogliono parlare l'italiano e poi...piano...piano zac arriva il dialetto..quello è simpatico,...il monologo di questa persona no.

P.S grazie a Franci e ad Antinea,credo sia un troll questo lucio,altrimenti veramente ci si deve dispiacere per la moglie.
Buon Natale a voi fraeli
commento inviato il 16-12-2009 alle 17:58 da fraeli
 
X Lucio
Purtroppo è la vicinanza di persone come lei che non permette la comprensione della malattia di chi ne soffre.
Guardi la pensavo anch'io come lei fino a che non ne sono stato colpito direttamente e duramente anch'io. La depressione è un male subdolo e pericoloso, si manifesta in varie forme, magari anche una persona euforica com lei, non lei glielo auguro, lo è e non l'avverte.
La drammatica ed improvvisa mancanza di un affetto, del lavoro, delle proprie certezze la innesca; nessuno ne è immune.
Si ricordi che anche persone molto note e di successo, grandissimi attori di spettacolo e dello sport ne hanno sofferto, alcuni fatalmente.
Ci ripensi e Buone Feste.
commento inviato il 16-12-2009 alle 17:46 da mirchetto
 
Latte materno sì purchè non diventi un'ossessione
Un consiglio che cerco sempre di dare alle mie amiche quando stanno per avere un bimbo è di cercare di allattarlo al seno e di fare tutto il possibile per riuscirci a patto però che non diventi un'ossessione. Infatti mi è capitato personalmente di sentirmi poco mamma prchè non riuscivo ad allattare la mia bambina. Io ho capito che dovevo ricorrere al latte artificiale e da lì è cominciato un rapporto positivo. Purtroppo i vari consultori e quant'altro tendono a colpevolizzare le mamme che non allattano al seno e se si è fragili ...
commento inviato il 16-12-2009 alle 17:19 da Loredana
 
antinea x antinea x antinea
Sig. Antinea, la pregherei di usare un linguaggio adeguato alla situazione, le parole offensive e superficiali non sono il mio genere, chiaro? detto questo, lasci da parte la mia compagna che in ogni caso sara difficile con un rompi come me che cada in depressione.
Vede mi succede spesso di venire colpito da frasi come le sue, ma capisco il perche´. Quando si mettono le persone davanti la verita´ prendono paura.
Con questo chiudo per oggi e auguro a tutti buone feste.
commento inviato il 16-12-2009 alle 17:14 da lucio
 
per Lucio
riporto:
Mi auguro che una parte di voi donne prenda coscienza che le cose non stanno come pensate e che dovete crescere o perlomeno cercare di farlo, forti e preparate agli eventi della vita che non e´ sempre bella ed e´ per questo che si chiama vita e non parco giochi. Io ho una compagna che queste cose le ha capite e le diro´´ che sono fiero di avere una donna intelligente e realista al mio fianco, ciao e grazie per gli auguri.
scrivo:
Caro Lucio mi dispiace veramente tantissimo per sua moglie.
Perchè, qualora venisse a soffrire di depressione, si sentirebbe dire che è solo una viziata fancazzista, e non una persona in preda ad una malattia orribile. Solo chi l'ha vissuta puo' CAPIRE. Per cui, la poveretta, oltre ad essere depressa, si ritroverebbe SOLA.
e magari tenterebbe un suidicio/omicidio di pargoletto.
Creda, io scherzo ed ironizzo per la maggior parte, ma questa volta sono serissima: mi dispiace per sua moglie.
Auguri, comunque.
commento inviato il 16-12-2009 alle 17:05 da Antinea
 
x franci x franci x franci
Ciao Francy, precisiamo che io non nego che cio´ esista, anzi e´ un grave male della societa´ contemporanea come dice lei.
Forse non mi sono ben spiegato nei mie precedenti commenti, io non vedo la vita in modo semplice, ma la vedo come´ e cioe´ semplice dando importanza alle cose che serve: Quando ho scritto che si guarda troppa tv intendevo che ci stiamo distaccando dalla reale forma di vivere la vita, tanta gente viene portata per mano fino a 30 40 anni dai genitori e poi quando deve camminare con le proprie gambe cade in mali oscuri che prima non aveva, se questo oggi avviene piu´ frequente significa che il modello sociale imposto anche dalla tv non va al passo con la realta´ quotidiana. Non voglio in nessun modo fare il maestro nei confronti di niente e nessuno, ma vorrei dare coraggio e forza alla persone e mi farebbe piacere che tanti genitori lo faccessero con i figli. Cosi facendo insegneremo meglio la parte dolorosa della vita e riusciranno a superare momenti difficili senza compiere gesti di questa drammaticita´. Me li mandi da me i depressi, li do coraggio io, vedra´ che non e´ cosi difficile vivere.
Forse come dici tu e piu´ complicato e cioe`: dicendomi che sono beato perche´ la prendo semplice mi fai capire tra le righe che per te non e´ cosi´...
commento inviato il 16-12-2009 alle 16:54 da lucio
 
ANTIDEPRESSIVI
togliamo il latte materno e diamo alle neomamme gli antidepressivi!
commento inviato il 16-12-2009 alle 16:18 da DANY
 
x commento inviato il 16-12-2009 alle 13:55 da cris

Mi scuso con lei per non aver compreso il suo lato ironico su parte del suo commento, mi fa piacere quello che ha scritto successivamente. Vi era un papà che mai si presentò ai corsi...eppure la gioia di questa mamma per la sua piccola (allattata artificialmente) era grandissima, ecco perchè mi aveva dato fastidio ciò che lei aveva precedentemente scritto, vero è che la "nonna" se l'aveva portata a casa per un mese.
mi scuso nuovamente. Buone feste.



ringrazio e ricambio l'augurio di Buone Feste a "fraeli" e "Bepi Toea"
commento inviato il 16-12-2009 alle 16:02 da Camilla
 
@ Lucio
Lucio, leggendo i suoi commenti mi viene il dubbio che a ingozzarsi di fiabe pomeridiane alla BEAUTIFUL sia lei e non Fraeli..quello che non guarda in faccia la realtà e che nega l'esistenza di un male che colpisce milioni di persone come un cancro dell'anima è lei..
Mi rammarico per le persone che non vogliono ammettere che esista ciò di cui hanno paura..le faccio notare che la depressione non si cura con i farmaci..quelli servono a lenire i sintomi, a tirar su momentaneamente situazioni disperate, ma la guarigione se possibile parte dal malato stesso e dal sostegno che riceve dal mondo che gli sta attorno.
In ultimo le faccio notare che la depressione postparto è un tipo di depressione (con cause anche biochimiche) ma la depressione in senso più vasto colpisce anche tantissimi uomini..che mi dice anche loro vedranno troppo la tv del pomeriggio??
La invidio per la sua visione semplicistica della vita.
commento inviato il 16-12-2009 alle 15:21 da franci
 
suicida mancato
Non so quanti che hanno commentato questo fatto siano passati attraverso la depressione. E' una bestia che ti dà un' apparente lucidità ma che è difficile da notare da chi ti è vicino. Si può parlarne e non, per paura di perdere il lavoro, la fiducia dei famigliari, degli amici o perchè ti va di non farlo.
Il fatto di questa donna o come quella che ha ucciso il suo bambino, e ancora di quelli che si buttano sotto i treni o si gettano dai palazzi è frutto di una malattia dalla quale, essendone uscito da qualche anno, solo chi l'ha superata può capirla. Al mattino, al mio risveglio, vedevo solo travi ove impiccarmi, binari in cui stendermi, palazzi da cui gettarmi. Le conseguenze erano le ultime dei miei pensieri. I medici (diversi) cambiavano pasticche ma il risultato era sempre lo stesso. Stavo sempre vicino ai miei famigliari solo per essere soccorso in caso di gesto estremo. Ero ad un passo dal non ritorno. Chi diceva da stress, da troppo lavoro, da questo o da quello e adesso, dopo ben quattro anni di tribulazione, ne sono uscito ma ancora non so spiegarmi della causa. Il nostro cervello, credo, ha ancora tantissime zone inesplorate. Penso che dare tutta la colpa alla sanità, ai medici, ai famigliari, sia ingeneroso. Avevo una lucidità tale che pensava solo al suicidio, mentre notavo che chi mi stava attorno si compiaceva per il mio buon stato di salute. Sono stato ad un niente dal farla finita, perciò vi capisco e vi sono vicino voi che l'avete fatto. Riposate in pace
commento inviato il 16-12-2009 alle 15:04 da suicida mancato
 
X NICOLA
TI RISPONDO IO:trovo più inutile esprimere condoglianze a chi non si conosce, che fra 2 giorni,cessato il clamore,la gente neanche si ricorda il nome,se un fatto si è già concluso e nel più tragico dei modi, risulta più utile chiedersi e confrontarsi,che nessuno più restituisce chi si è ucciso,atteniamoci al concreto e usiamo meno ipocrisia e falso buonismo, alla fine quando la cronaca restituisce il vero movente dietro al quale si perpetuano certi crimini,qualcuno rifletterà sulla commiserazione che ha espresso.......
commento inviato il 16-12-2009 alle 14:56 da nik
 
alle 13:08 da Lucy
Lei dice:"Perciò, mi dispiace moltissimo che questa donna si sia circondata solo di persone che non volevano accorgersi del suo malessere. Il marito, i nonni, le ostetriche, il ginecologo... insomma non si sono preoccupati di nulla, loro."
Sì, però esistono persone che per non far capire ad altri di sentirsi inadeguate , "diverse", si tengono tutto dentro, riuscendo a non far trapelare nulla, fino al punto di" rottura". Io credo che tutti i parenti avranno già i loro rimorsi, è normale, anche senza sentirsene caricare altri da estranei sulle spalle.
Mi associo al dolore di questa famiglia.
commento inviato il 16-12-2009 alle 14:25 da Lisanna
 
26 COMMENTI
Ci sono su questo articolo 26 commenti...Ho contato sulle dita di una mano un commento in cui ci fosse un pensiero di suffragio alla famiglia.
Ma neanche su notizie forti come queste non si riesce a fare a meno di sparare a zero su tutti e su tutto?? Per me si è totalmente in balia di grosse grossissime frustrazioni???
E' UNA VERGOGNA.
commento inviato il 16-12-2009 alle 14:24 da Nicola
 
fraeli fraeli x fraeli
Non serve che incolli e neanche che si scaldi, forse abbiamo opinioni diverse in merito, i commenti che faccio riguardono un modo mio di essere nel confronto della vita e non un giudizio verso essa, ne tanto meno nei confronti delle persone depresse. Puo´ darsi che questo modo di atteggiarmi infastidisca alcune persone, ma mi aiuta e mi accompagna con realta´ e lealta´ nel cammino della mia vita. Con questo Signora le sto´ dicendo chiaramente e spudoratamente di guardare in faccia la realta´ e non di ingozzarsi di fiabe televisive pomeridiane alla beatyfoul. Salutissimi sinceri.
commento inviato il 16-12-2009 alle 14:22 da lucio
 
@ commento inviato il 16-12-2009 alle 13:29 da lucio
Copia e Incolla delle sue parole:
= Buongiorno Camilla Fraeli, forse ha ragione, la depressione a me non va giu´, forse perche´ nella vita non ho avuto il lusso di poter essere depresso, avevo altre priorita´.=

Io proprio non riesco a seguirla,come fa a dire che è un lusso la depressione?
non se ne viene fuori con lei,...

ancora copio e incollo=questo che si chiama vita e non parco giochi=

ho un'età che di esperienze volenti o nolenti le ho fatte, mi hanno piegata ,le ho superate ma non per questo dirò mai a nessuno che la vita è un gioco,tantomeno di fronte a una tragedia come la morte,...

la frase che le ho inviato doveva servire per stemperare il tono dei suoi commenti ma noto che invece l'ho istigata: è stato peggio il rattoppo che il buco.cordialmente la saluto e qui mi fermo. fraeli

P.S. io sono Fraeli e salutavo Camilla che è un'altra commentatrice,non sono entrambe.
commento inviato il 16-12-2009 alle 14:11 da fraeli
 
sono mamma di due spendidi gemelli all' inizio la vita è dura sono cresciuti fin dal primo giorno con latte artificiale volevo solo dire che non giustifico il gesto ma posso capire che il filo è sottile sono stata fortunata perchè ho un marito che mi ha sempre aiutata
commento inviato il 16-12-2009 alle 14:03 da renata1971@alice.it
 
PER CAMILLA MAMMA NONNA
mi spiace che non abbia colto l'ironia!!



quando ho detto che le brave mamme sono solo quelle che allattano era ironico, intendevo che questo è quello che ti fanno credere.
Io sono mamma di due bambine e corsi pre e post parto, ostetriche e altri mi hanno sempre martellato con l'allatamento al seno fino a che ho parlato con il pediatra che mi ha detto "per la sua salute non per quella di sua figlia è meglio che dia il latte artificiale" voleva dire che la mia salute era importante quanto quella di mia figlia e per far star bene mia figlia dovevo prima star bene io.
Beati i suoi nipoti visto che è nonna, io mia madre l'ho persa prima che nascessero le mie figlie e ribadisco che l'unico che si è accorto del mio disagio è stato il pediatra neanche mio marito era preparato.
Per questo ribadisco che i corsi pre e post parto dovrebbero farli anche i mariti, le nonne etc e chi sta intorno alle mamme che NON DEVONO ESSERE LASCIATE SOLE .

commento inviato il 16-12-2009 alle 13:55 da cris
 
rifiuto della vita
Sono molto colpito da tali atti ripetuti. Spesso sono giovani ragazze. Perchè rifiutano di essere il depositarie della natività e della vita. Non so se è per mancanza di informazioni, ma nel passato non accadevano tutti sti omicidi/suicidi. Dove sbagliamo??? Possiamo intervenire ??? Io ho paura di tornare a casa dal lavoro e trovarmi la bambina sgozzata da mia moglie (non mi sembra il caso, io cerco di aiutare piu' possibile, ma noi non possiamo capire cosa accade dentro ad una donna).
commento inviato il 16-12-2009 alle 13:50 da mefomane
 
Bisogna privatizzare la sanità
E' ora di privatizzare le prestazioni sanitarie!!!
Qualsiasi esse siano, naturalmente bisona fare delle eccezioni per i meno abbienti...! Sono i politici che devono prendere in mano la situazione e in primis ciascuno di noi nel nostro piccolo.Ciao
commento inviato il 16-12-2009 alle 13:36 da rosa
 
x fraeli x fraeli x fraeli
Buongiorno Camilla Fraeli, forse ha ragione, la depressione a me non va giu´, forse perche´ nella vita non ho avuto il lusso di poter essere depresso, avevo altre priorita´.
Detto questo apprezzo la sua intelligenza e moderazione, la depressione la capisco, non crede pero´ che oggi si possa in qualche modo curarla? vorrei capire come mai tutti, o quasi, cercono spiegazioni: nel marito, famigliari, sanita´ pubblica, amici etc etc, sempre colpa degli altri, sempre cause altrui.
Ho avuto la fortuna di avere un genitore che ha lavorato 28 anni al, oggi chiamato C.I.M. e di discutere spesso su questi argomenti, alla fine non ne sono mai venuto a capo di nulla e i problemi sono, come allora, sempre presenti a differenza che con i medicinali si riescono a contenere.
Mi auguro che una parte di voi donne prenda coscienza che le cose non stanno come pensate e che dovete crescere o perlomeno cercare di farlo, forti e preparate agli eventi della vita che non e´ sempre bella ed e´ per questo che si chiama vita e non parco giochi. Io ho una compagna che queste cose le ha capite e le diro´´ che sono fiero di avere una donna intelligente e realista al mio fianco, ciao e grazie per gli auguri.
commento inviato il 16-12-2009 alle 13:29 da lucio
 
per Micaela
perfettamente d'accordo.

commento inviato il 16-12-2009 alle 13:11 da Antinea
 
le notizie che mai vorresti leggere.
Povera società
come se ridotta.

Semplicemente, non esisti piu'


commento inviato il 16-12-2009 alle 13:09 da Antinea
 
dispiace...
Mi ritengo fortunata perchè mio marito è una persona splendida: ha fatto di tutto per capirmi, supportarmi e sopportarmi dopo il parto, rendendo il periodo del post partum il più bello della mia vita.
Perciò, mi dispiace moltissimo che questa donna si sia circondata solo di persone che non volevano accorgersi del suo malessere. Il marito, i nonni, le ostetriche, il ginecologo... insomma non si sono preoccupati di nulla, loro.
commento inviato il 16-12-2009 alle 13:08 da Lucy
 
@ commento inviato il 16-12-2009 alle 12:40 da lucio
Ci siamo già incontrati io e lei ,su un evento ugualmente tragico,...
sono dell'avviso che il Gazzettino ci dia la possibilità di questi commenti e scambi di opinione online anche per sondare le varie tipologie di lettori,...
qui tutti facciamo per lo più un commento e poi continuiamo per la nostra strada,..a volte però iniziano veri e propri confronti e chissà perchè sono sempre disturbati da prese di posizione scandalose,...che non dovrebbero esserci perchè,come dice una frase di Claude Monet:

"il vostro errore è di voler dimensionare il mondo sul vostro metro,mentre ampliando la conoscenza delle cose vi trovereste davvero ampliata in uguale
misura la conoscenza di voi stesso"...

non la trova una frase che si può mettere in atto?,..nel senso, fermiamoci ed ascoltiamoci,....a lei proprio la parola depressione non va giù,chiamarla malattia poi è un'oscenità,...
le auguro ogni bene Lucio e che non debba mai incontrare una tremenda realtà che è vivere con la depressione di qualcuno dei suoi cari ,venuta chissà come,...e che andrà via quando?.
Buon Natale fraeli

@ Buon Natale Camilla.....:) fraeli

commento inviato il 16-12-2009 alle 13:06 da fraeli
 
Tagli alla sanità
Condivido quanto scritto da Camilla e il punto di vista di Mikaela.
La criminologia era una mia passione e, questo suicidio, rientra bene nei "pattern" della depressione post-partum. Mancano elementi per entrare nel merito, cosa peraltro sciocca di fronte ad una tragedia specifica. Ma ce ne sono a sufficienza. Al contrario di altri casi di cronaca, tipo la neomamma che ha ucciso il figlioletto, primogenito, con decine di coltellate poco dopo la nascita del secondogenito. In quel caso ho delle perplessità, come per il caso di Cogne. In questi casi mi sembra più ragionevole orientarsi verso il disturbo di personalità scompensato o altra patologia.

Vorrei solo far notare alcune cose:
- la doppia faccia dell'autonomia, che al momento del bisogno diventa solitudine.
- i tagli alla sanità pubblica, che tra le altre cose hanno determinato una riduzione della degenza ospedaliera per i parti. La degenza prolungata comunque consentiva un periodo di recupero alla neomamma. In assenza di servizi sostitutivi è ovvio che gli anelli più deboli della catena, messa in tensione, si spezzano.
- la privatizzazione dell'assistenza alla gravidanza: il "mio ginecologo", con le sue visite e prestazioni, copre solo una parte dei bisogni assistenziali.
commento inviato il 16-12-2009 alle 12:52 da bepi toea



.





Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi










                                                                                    Effettua i tuoi pagamenti con PayPal.  un sistema rapido, gratuito e sicuro.  



 info@ambasada.it    info@pec.ambasada.it    Telegram.me/Ambasada    iMessage: info@ambasada.it   fax +39 02 45503457  tel +39 02 45071457


ATTENZIONE! per i recapiti dell'Ambasciata della Moldavia a Roma click qui , per il Consolato di Milano click qui , per il Consolato di Padova click qui ATTENZIONE!


Privacy e Cookie Policy / Termini e Regole del Forum