Vai al contenuto

  • Log In with Google      Accedi   
  • Registrati ora!


Risparmia acquistando online! Clicca Qui!
TorinoChisinau MilanoChisinau VeronaChisinau VeneziaChisinau BolognaChisinau RomaChisinau CagliariChisinau


  Moldova-mms.com News dal Regina Pacis Seborganelmondo  



SMMS   a
moldova-mms.com

     VEDI MEGLIO
    
e commenta >>

     SMS     a:   +39 (coming soon)
     MMS   a:   live @ moldova-mms . com




- - - - -

INTERNET E UN MOVIMENTO ANTI-VACCINO H1N1


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 2 risposte

#1 vidra

vidra

    MI

  • Ambasadiani MI1-e
  • StellaStella
  • Messaggi: 414

    Medaglie

Inviato 12 November 2009 - 15:56:14


INTERNET E UN MOVIMENTO ANTI-VACCINO H1N1
lettera aperta di Claudia Rainville
data pubblicazione: 2009-10-27

5 ottobre 2009
"Caro amico e cara amica,

In passato ho supposto che i vaccini potessero essere pericolosi. Oggi ne sono più che convinta.

Recentemente ho effettuato una ricerca sulla sindrome di Miofascite Macrofagica. Che sorpresa nello scoprire la similitudine con una malattia che ho incontrato spesso in persone in consulto e cioè la Fibromialgia.

La Fibromialgia é una malattia molto dolorosa. Circa una decina di anni fa, mentre ero in Québec, avevo sentito dire che c’erano sempre più persone affette da Fibromialgia. Non ne capivo il motivo, finché recentemente ho scoperto che la Fibromialgia era molto simile alla sindrome di Miofascite Macrofagica.


La Miofascite Macrofagica é caratterizzata da dolori muscolari, articolari, un’astenia importante e molto invalidante, periodi di febbre, rallentamento delle funzioni cerebrali, delle funzioni cognitive e uno stato di debolezza importante accompagnato da tanti altri sintomi che non permettono di svolgere i normali compiti quotidiani (occuparsi della casa, guidare una macchina) né di continuare a lavorare.

Questi malati hanno pochissima energia e, nel corso della giornata, sono spesso obbligati a riposare per recuperare l’energia che manca loro per terminarla. L’evoluzione porta alla cronicità, responsabile di una debolezza muscolare associata ad una stanchezza generale della tensione muscolare. I pazienti interessati erano spesso persone molto attive prima di questa sindrome.

Ricerche fatte su persone colpite da questa sindrome di Miofascite Macrofagica hanno rivelato la presenza di idrossido di alluminio nei macrofagi di queste persone. I macrofagi sono una varietà di globuli bianchi di grande dimensione che intervengono nei processi immunitari fagocitando (imprigionando e digerendo) batteri, lieviti, rifiuti cellulari o sostanze estranee.

Ora, si può ritrovare l’idrossido di alluminio anche in gran parte dei vaccini. L’idrossido di alluminio é utilizzato come additivo. Un additivo é una sostanza chimica che permette di stimolare l’immunità dell’organismo al fine di aumentare la risposta immunitaria.

Da Pasteur ci hanno fatto credere che i vaccini proteggessero, senza rivelare che invece era l’additivo che faceva il lavoro di far aumentare la risposta immunitaria e non il vaccino.

Ma quello che ignoravamo all’epoca sui pericoli di questi additivi oggi non può più essere ignorato. Questo additivo era presente nel vaccino contro l’epatite B che é stato dato a molte persone tra cui diverse infermiere. E molte di loro hanno sviluppato la Sclerosi Multipla o Fibromialgia (probabilmente la Miofascite Macrofagica).

Recentemente chiedevo ad una di loro se era stata vaccinata contro l’Epatite B. Ecco cosa mi ha risposto : «Si, ero stata vaccinata contro l’epatite e ad un certo punto ho presentato gravi sintomi di epatite tanto che ho dovuto essere portata al pronto soccorso. Gli enzimi del mio fegato erano talmente aumentati che il medico non sapeva come ne sarei uscita. In seguito ho presentato i sintomi della Fibromialgia al punto da dover lasciare il mio lavoro».

Più vado avanti nel mio nuovo libro : «Il grande dizionario della Metamedicina» che sto terminando e che deve uscire nel mese di dicembre 2009, più scopro il numero di malattie cosiddette idiopatiche o autoimmuni legate ai vaccini e la cosa più sorprendente è che la maggior parte dei medici non sembra rendersene conto.

Di cosa avremo bisogno per fare in modo che si risveglino? E tu che leggi queste righe, aspetterai di aver perso la salute per renderti conto del pericolo dei vaccini?

«Moltiplicando le vaccinazioni aumentiamo il rischio di introdurre degli antigeni imparentati con molecole dell’organismo in cui sono stati iniettati creando così malattie autoimmuni la cui frequenza é in continuo aumento». Prof. Louis-Claude Vincent.

Il Dr.Moulden da parte sua ha messo a punto una nuova tecnologia in immagini mediche per evidenziare i disturbi e i danni neurologici prodotti in seguito alle vaccinazioni. Il Dr.Moulden spiega che i vaccini provocano una iper-reattività del sistema immunitario nel corso del quale i leucociti si precipitano ad attaccare i prodotti estranei iniettati nel flusso sanguigno. Dato che questi ultimi sono troppo grandi per penetrare i piccoli capillari dove ci sono i prodotti estranei, i leucociti finiscono per ostruire, bloccare e deteriorare questi capillari.

La strada viene quindi interrotta dai globuli rossi più piccoli che devono portare l’ossigeno ai diversi organi che si trovano vicino ai capillari ostruiti dalle sostanze estranee.

Queste particelle che raggiungono il cervello, disturbano o impedendo la circolazione sanguigna, possono provocare l’autismo, la morte improvvisa dei neonati o molte altre malattie del bambino o dell’adulto. Proprio come succede con attacco cardiaco, ogni volta che i tessuti hanno carenza di ossigeno, é possibile subire un attacco cerebrale, problemi al fegato o ai reni. Si tratta qui di una grande scoperta di cui però si nega l’informazione a favore della disinformazione.

Ci sono così tanti bravi medici come loro che si sono resi conto dei pericoli dei vaccini per  la salute, ma non gli si dà voce, non hanno un palco per farsi ascoltare. Al contrario, questi medici vengono minacciati di perdere il loro diritto ad esercitare la professione, i ricercatori che osano rivelare questi fatti vengono privati delle loro sovvenzioni ...

Per un momento mi sono scoraggiata e mi sono chiesta cosa potessi fare per le mie possibilità. Ma grazie a Jean-Jacques Crèvecoeur un brillante collega che stimo molto e che ha consacrato come me una gran parte della sua vita a risvegliare i suoi simili ho capito che insieme si poteva fare qualcosa.

Potevamo dire: STOP! Non toccate più la nostra salute e la salute dei nostri bambini.

Un prossimo vaccino più pericoloso di tutti quelli presentati finora é sul punto di essere iniettato a oltre la metà del pianeta. Tu puoi pensare : «Ah io non mi farò vaccinare!» , molto bene. Anch’io penso la stessa cosa. Ma occorre pensare un po’ più in là. Hai pensato ai milioni di persone che riceveranno questo vaccino? Dove elimineranno questi virus e questi prodotti tossici che gli vengono iniettati ? Quello che verrà eliminato dalle vie urinarie e digestive avrà come effetto di contaminare tutto il nostro ambiente, quindi anche se non ti fai vaccinare, potrai essere toccato da questa contaminazione.

Allora vedi che anche questo ti riguarda! Non restare indifferente o distaccato dal problema perché ti riguarda. Aiutaci a risvegliare quelli a cui si mente, a cui si raccontano storie per manipolarli meglio. Perché solo insieme saremo sufficientemente forti per opporci al piano di vaccinazione obbligatoria.

E la buona notizia é che un’opposizione seria si sta già formando. Ti invito a entrare in Internet e a cliccare su “Opposizione al vaccino dell’influenza H1N1”.

Anche se l’opposizione si organizza, non bisogna mollare la presa, ma invece occorre sostenerla. Perché il nostro unico potere sta nell’unità. Coloro che vogliono prendere il controllo mondiale possiedono tutto il resto e cioè l’economia (controllo dei soldi e del loro valore) la politica ( i politici sono alla loro mercé) i media ( radio, televisioni, giornali, pubblicità occulta) a noi resta solo internet (per ora! ndr).

Sai che solo negli Stati Uniti hanno appena creato una legge passata al senato del Massachusetts (USA) che mette una multa fino a 1.000 dollari al giorno e fino a 3 mesi di prigione per rifiuto di obbedire alle autorità mediche (cioè rifiuto di farsi vaccinare) in caso di emergenza in materia di sanità pubblica?

Sai che il segretario di stato degli USA Kathleen Sebelius ha accettato di firmare un decreto che conferisce l’immunità totale ai fabbricanti di questi vaccini contro l’influenza H1N1 ?

Questo vuol dire che se una persona in seguito al vaccino sviluppasse la sindrome di Guillain-Barré (e il rischio è che ce ne saranno tantissime) non potrà perseguire chi lo ha fabbricato.

Ti invito ad andare su internet a vedere questo video: “L’influenza suina del 1976”.

Sai che  ancora prima del primo caso di influenza suina la più grande casa farmaceutica Baxter, aveva già depositato un brevetto per la fabbricazione del vaccino contro l’influenza H1N1? Richiedendo quello che c’é nel brevetto stesso si legge: “Additivi appropriati sono l’Idrossido di Alluminio, lisolecitina, Polioli, ecc…”

Sai che da anni si cercano mezzi per ridurre la popolazione del pianeta? Sono stati utilizzati diversi metodi che però si sono dimostrati insufficienti. La sovrappopolazione é diventata una grande preoccupazione per i sistemi della sanità pubblica che rischiano le crisi sociali peggiori mai viste.

Per porre rimedio a questa situazione, l’OMS e il Nuovo Ordine Mondiale diretto da un gruppo di famiglie (Rockfeller, Rothchild etc.) che detengono molto potere da molte generazioni, hanno concordato un piano per ridurre la popolazione della Terra da 3 a 5 miliardi di abitanti entro i prossimi dieci anni.

"Secondo le informazioni americane, da qui al 2015, quasi 3 miliardi di persone saranno di troppo", il nostro pianeta si aspetta dunque una sovrappopolazione. "L'attivazione" dei diversi virus che potrebbero portare ad una morte di massa é una strategia destinata a "ridurre la popolazione del pianeta", ha dichiarato M. Ivachov.

Sai che una giornalista di nome Jane Burgermeister messa al corrente di questo piano ha recentemente fatto ricorso contro l’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), l’ONU, Barack Obama (Presidente degli Stati Uniti), David de Rothschild (banchiere), David Rockefeller (banchiere), George Soros (banchiere), Werner Faymann (Cancelliere d’Austria) ed altri, accusandoli di volere commettere un genocidio di massa?

Questa accusa fa seguito ad un’altra procedura giudiziaria che la giornalista aveva intentato nell’aprile 2009 contro le società farmaceutiche Baxter e Avir Green Hills Technology, che ritiene responsabili di aver prodotto un vaccino contro l’influenza aviaria, per provocare deliberatamente una pandemia e arricchirsi allo stesso tempo.

Jane Burgermeister presenta le prove di atti di bioterrorismo in cui sono implicate le persone e gli organismi precedentemente citati. Li accusa di far parte di un sindacato internazionale di imprese criminali che ha messo a punto, fabbricato e stoccato delle armi biologiche in previsione di eliminare la popolazione degli Stati Uniti e di altri paesi a scopi di profitti politici e finanziari. Usando l’influenza suina come pretesto, li accusa di aver pianificato l’assassinio di intere popolazioni tramite la vaccinazione forzata.

Lei ha le prove che questi vaccini saranno volontariamente contaminati per provocare malattie mortali. Queste azioni si iscrivono in violazione diretta della Legge antiterrorista relativa all’impiego di armi biotecnologiche.

E’ vero che il nostro mondo si trova di fronte ad una sovrappopolazione. Ma non credi che ci siano altre soluzioni che dobbiamo cercare? Oltre la metà di quello che la terra produce viene gettato. Come si possono spendere solo negli Stati Uniti 7 miliardi di dollari per acquistare dei vaccini quando non c’erano soldi per aiutare le persone che perdono la loro casa, i senzatetto …E’ possibile che le risorse della terra e i soldi siano mal gestiti?

Non credi che sia arrivato il momento di unirci, di smettere di agire come caproni ? Abbiamo una responsabilità individuale ma anche collettiva e planetaria.

Se la tua risposta é si, puoi scrivere a lidiavit@libero.it o luca@pcinfo.it  e ti risponderò. Da parte tua puoi aiutarmi a trasmettere l’informazione al maggior numero di persone possibile. Ti metterò in contatto con altri tra cui Jean-Jacques Crèvecoeur, e altri ancora perché questo movimento prenda piede.

Grazie da parte mia personalmente e grazie a nome di tutti i nostri fratelli e sorelle di questa terra.

La tua amica Claudia (metamedicina.com) "
Link articolo: thelivingspirits.net



Bibliografia su Macrolibrarsi:

http://www.macrolibr...ille.php?pn=868

  Claudia Rainville, medico allopatico, ha trascorso parte della sua vita in uno stato di depressione e male di vivere che l'ha portata a tentare varie volte il suicidio. L'ultima volta ha sperimentato la morte clinica e allora, come lei racconta, è rinata. Dopo quell'esperienza il principale interesse della Rainville è stato quello di scoprire le cause mentali e spirituali della malattia, perché solo guarendo le cause interiori e profonde, la necessità psicologica di soffrire, è possibile guarire definitivamente da ogni male fisico.

Dieci anni di lavoro nel campo della microbiologia hanno fornito a Claudia Rainville il rigore, il metodo d’indagine e di analisi necessari per questa ricerca, durata a sua volta dodici anni. L’esperienza personale della malattia (cancro, mal di schiena cronico, depressione nervosa e una quantità di operazioni) e l’autoguarigione completa che ne è seguita l’hanno condotta a testare con altri la sua convinzione. Secondo Claudia Rainville vi è una correlazione fra sintomo e causa profonda, confermata dal vissuto personale di migliaia di uomini e donne che si sono rivolti a lei per guarire.

Claudia Rainville ha creato la Metamedicina, un potente metodo terapeutico che ha già aiutato molte persone nel mondo.


http://www.liberamen...p...le&sid=3261



IPB Image

"Uno schiavo che non ha coscienza di essere schiavo e che non fa nulla per liberarsi, è veramente uno schiavo. Ma uno schiavo che ha coscienza di essere schiavo e che lotta per liberarsi già non è più schiavo, ma uomo libero" (Vladimir Ilich Uljanov - detto Lenin)

#2 sergio3

sergio3

    TpXMI

  • Ambasadiani MI1ax
  • StellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStella
  • Messaggi: 10,426
    Località:INSUBRIA -PADANIA
    Interessi: TUTTO

    Medaglie




Inviato 12 November 2009 - 17:38:18


INTERESSANTE RIVELAZIONE (sarà la verità, sono propenso a dire di sì) SULLA NASCITA DEL VIRUS H1N1

giovedì, 05 novembre 2009
VACCINO O ARMA BIOLOGICA?

"Il 14 agosto scorso, a Washington, la polizia arrestò un uomo di nome Joseph Moshe sostenendo che, pazzo terrorista, aveva minacciato di mettere una bomba alla Casa Bianca. L’arresto ebbe aspetti paradossali : per otto ore Moses si rifiutò di uscire dalla sua Volskswagen rossa, standosene calmissimo al volante mentre gli agenti lo inondavano di cinque canistri di lacrimogeno e di abbondante spray al pepe. Alla fine si lasciò catturare (1) . In realtà, l’uomo non aveva espresso alcuna  minaccia contro il presidente (e lo prova il fatto che ad arrestarlo non è stato il Secret Service che protegge il presidente, ma l’FBI). Ma alcuni giorni prima aveva chiamato durante un radio-show su temi sanitari - «Dr. A True Ott» - trasmesso da Republic Broadcasting: asserendo di essere un microbiologo, aveva detto di poter provare che un vaccino, usato per l’influenza suina, e prodotto da Baxter Biopharma Solutions, era in realtà un’arma biologica mascherata. Joseph Moshe aveva raccontato che il vaccino, prodotto da Baxter in un suo laboratorio in Ucraina, conteneva un coadiuvante o additivo «concepito per indebolire il sistema immunitario», oltrechè  RNA replicato dal virus della Spagnola (la pandemia che nel 1918 ucise 18-22 milioni di persone) per causare un eccidio di massa. Moshe annunciò che avrebbe reso pubblica la sua denuncia.Il mattino dopo, accortosi che la sua abitazione era sorvegliata, Joseph Moshe saltò in macchina con pochi effetti personali e cercò - essendo di doppia cittadinanza - di rifugiarsi nel consolato israeliano; l’FBI lo bloccò prima, e come si è detto il braccio di ferro durò otto ore. Caso significativo, sul luogo del blocco i federali fecero intervenire un grosso veicolo nero, che aveva montato sul tetto qualcosa come un’antenna a microonde, probabilmente per neutralizzare un cellulare o altro apparecchio di trasmissione con cui Moshe avrebbe potuto contattare i media, o un avvocato, o chiunque potesse soccorrerlo.

Parecchi siti complottisti si sono occupati del caso, cercando di ricavare qualche informazione aggiuntiva. Si è scoperto che effettivamente Moshe è un biologo esperto di virus infettanti dei vegetali, con diverse pubblicazioni scientifiche al suo attivo (profilo). Si è ventilato che sia un agente o ex-agente de Mossad, e la sua inattaccabilità ai lacrimogeni sarebbe dovuta ad una immunità a questo tipo di armi che viene data (con un vaccino?) agli agenti israeliani. Fatto è che Moshe, una volta catturato, non è stato ammanettato, perchè non era accusato di nulla. A quanto pare, poche ore dopo, è stato espulso o mandato in Israele, dove dovrebbe trovarsi ancora. Lasceremmo questa storia nel girone del complottismo allarmistico screditato (c’è già abbastanza allarmismo per l’influenza suina), se non fosse per un particolare. Moshe aveva detto che il falso vaccino, in realtà arma biologica, era stato prodotto da un laboratorio della Baxter in Ucraina.

Ebbene: proprio l’Ucraina è il teatro di una preoccupante pandemia, che dapprima si presenta come un’influenza, ma poi peggiora dopo una settimana, palesandosi come una gravissima infezione polmonare virale (2). Segnalata prima nella regione di Ternopil (dove le prime notizie parlavano di febbre tifoide), si sta spandendo rapidamente nella zona di Lvov e di Ivano-Franivsk, mettendo a letto decine di migliaia di ucraini. Al 29 ottobre scorso, i morti erano una quarantina, e alcune centinaia gli ospedalizzati.  Le scuole sono state chiuse e il governo sta per dichiarare lo stato di emergenza. Un quarto dei medici che sono stati a contatto coi pazienti si sono ammalati. Apparentemente, è una malattia atipica che nessuno sa come trattare, e che qualcuno già chiama «pneumonic plague», peste polmonare (cosa che non è). La pandemia ha messo in allarme la sanità della vicina Polonia. Le autorità locali hanno escluso che si tratti del virus dell’influenza suina che ha fatto parecchie vittime in Messico, H1N1. Che dire? La farmaceutica Baxter (sede centrale a Deerfield, Illinois) è già stata colta con le mani nel sacco a distribuire un vaccino contaminato, e potenziale arma di distruzione di massa. Ne ha parlato persino la stampa italiana: «Secondo la difficile ricostruzione dell’accaduto, operata da alcuni giornalisti, la filiale austriaca della multinazionale Baxter avrebbe inviato campioni del virus influenzale stagionale H3N2 inquinati con il virus vivo dell’aviaria H5N1 a svariati laboratori in Germania, Slovenie e della repubblica Ceca». «Il fatto è accaduto all’inizio dell’anno, ma solo a metà febbraio il laboratorio Biotest (Repubblica Ceca) si è accorto dell’inquinamento dopo la morte inspiegabile dei furetti su cui stavano facendo dei test con il materiale fornito dalla Baxter». «Il virus vivo dell’aviaria non sarebbe stato soltanto capace di causare una pandemia, ma avrebbe potuto incrociarsi con il virus stagionale con cui era mescolato, unendo l’alta infettività del H3N2 con il carattere letale del H5N1». «Dopo un lungo silenzio la multinazionale ha ammesso un inquinamento accidentale. Tuttavia sono in diversi a chiedersi se era veramente accidentale. Anche perché tutti sanno che una pandemia può svilupparsi solo se il virus dell’aviaria si combina insieme a un virus influenzale umano, perciò l’unica cosa a cui dovevano stare attenti era non mescolare i virus. I laboratori che maneggiano virus come quello dell’aviaria hanno misure e protocolli di sicurezza tali che è praticamente impossibile che “scappi” un virus. E la Baxter aderisce ai protocolli “biosafety level 3 (BS3)”, i più rigorosi». «Baxter International ha fatto sapere che la contaminazione è stato il risultato di un errore successo nel laboratorio di Orth-Donau, Austria. Christopher Bona, il direttore della comunicazione globale bioscientifica, ha affermato che il virus liquido non era un vaccino e che è stato sviluppato solo per motivi di sperimentazione» . In natura, il virus dell’aviaria non ne vuol sapere di ibridarsi col virus umano dell’influenza. Che qualcuno in Illinois abbia voluto dargli un «aiutino»? Di fatto, Baxter sta brigando per ottenere l’autorizzazione a un suo vaccino (CELVAPAN) che per la prima volta può essere prodotto in massa e in breve tempo, mentre per i normali vaccini occorrono mesi. Ha già ottenuto la pre-autorizzazione dalla UE. In caso di grave pandemia, la pratica farebbe istantanei passi da gigante.  Come si noterà, le strane spedizioni di vaccini della Baxter avvengono per lo più nell’Est Europa, fra Cekia, Austria e Ucraina. In Polonia, nel 2008, a 350 polacchi senza-tetto fu inoculato un vaccino sperimentale (dietro compenso di 3-4 euro), e 21 di loro morirono. Furono arrestati medici e infermieri (3). Secondo le poche notizie filtrate, era un vaccino convenzionale contaminato da «un medicamento contro l’influenza aviaria».

Composizione molto simile: era il vaccino-arma letale della Baxter, o di Novartis come pure s’è detto? Fatto sta che la Baxter è soggetta a ripetute denunce per aver deliberatamente contaminato suoi preparati con sostanze pericolose, allo scopo di abbassare i costi: per esempio, la sua eparina (fluidificatore ematico) è stata mescolata a una pseudo-eparina ricavata da intestini bolliti di maiale, l’iper-solfato solfato di coindritina, che hanno prodotto gravi e a volte mortali reazioni allergiche nei pazienti. Una giornalista austriaca, Jane Burgmeister, ha denunciato la Baxter per quell’«errore umano» del vaccino mescolato con il virus dell’aviaria, suggerendo che lo scoppio di una seria pandemia indurrebbe l’Organizzazione Mondiale della Sanità di dichiarare l’allarme «livello 6», che imporrebbe la vaccinazione obbligatoria di massa, con vaccini testati e non testati, dato il pericolo imminente. Ciò che creerebbe i presupposti di profitti miliardari per le farmaceutiche. La documentata denuncia della Baxter si può leggere qui: http://www.unfiction...ter-lawsuit.pdf .

Aggiungiamo che l’errore umano invocato da Baxter suona falso, per un’azienda che ha il livello BS3: troppi sistemi di sicurezza dovevano essere scavalcati, troppo personale doveva essere sbadato o reso complice. A meno che l’ordine non sia partito dalla direzione generale. Perchè Baxter non ha mandato ai vari laboratori dell’est Europa qualche fiala sbagliata: stiamo parlando qui di 72 chili di un liquido composto da virus geneticamente modificati e vivi della H5N1, virus dell’aviaria), spediti come vaccino. Più di un sospetto viene dall’enorme allarme mediatico attorno alla «pandemia» suina: «E’ morta una bambina di 7 anni a Napoli!», e le mamme angosciate affollano ospedali, studi medici e pronti soccorsi, invocando vaccini. Non viene detto che in Italia una «normale» influenza si porta via ogni anno, per complicazioni, 8 mila vittime. In USA, il presidente ha dichiarato l’emergenza nazionale per mille morti di suina; eppure, i dati del Center for Disease Control dicono che ogni anno muoiono in USA, per complicazioni da influenza, 36 mila pazienti. Ma con lo stato d’emergenza, possono passare decreti d’emergenza... (4). Silenzio invece sui primi morti non da influenza, ma da vaccino (5). Al 24 ottobre, erano almeno uno (una donna di 65 anni) in Ungheria, dove lo Stato (dieci milioni di abitanti) ha comprato e sta somministrando 6 milioni di dosi di un vaccino sommariamente testato. E due in Svezia: un uomo sulla cinquantina (poche ore dopo aver ricevuto il vaccino Pandemix di Glaxo SmithKlyne) ed un’altra donna di 65. Le autorità svedesi sconsigliano la vaccinazione agli «anziani malati». Magari Joseph Moshe sapeva davvero qualcosa, dopotutto? (Su Effedieffe, ripreso da Megachip)



Io non mi sento italiano, voglio resistere e insorgere


#3 sergio3

sergio3

    TpXMI

  • Ambasadiani MI1ax
  • StellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStella
  • Messaggi: 10,426
    Località:INSUBRIA -PADANIA
    Interessi: TUTTO

    Medaglie




Inviato 13 November 2009 - 09:09:26


Da Silvano su Facebook--un metodo sicuro per sconfiggere l'influenza A1:





Io non mi sento italiano, voglio resistere e insorgere





Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi










                                                                                    Effettua i tuoi pagamenti con PayPal.  un sistema rapido, gratuito e sicuro.  



 info@ambasada.it    info@pec.ambasada.it    Telegram.me/Ambasada    iMessage: info@ambasada.it   fax +39 02 45503457  tel +39 02 45071457


ATTENZIONE! per i recapiti dell'Ambasciata della Moldavia a Roma click qui , per il Consolato di Milano click qui , per il Consolato di Padova click qui ATTENZIONE!


Privacy e Cookie Policy / Termini e Regole del Forum