Vai al contenuto

  • Log In with Google      Accedi   
  • Registrati ora!


Risparmia acquistando online! Clicca Qui!
TorinoChisinau MilanoChisinau VeronaChisinau VeneziaChisinau BolognaChisinau RomaChisinau CagliariChisinau


  Moldova-mms.com News dal Regina Pacis Seborganelmondo  



SMMS   a
moldova-mms.com

     VEDI MEGLIO
    
e commenta >>

     SMS     a:   +39 (coming soon)
     MMS   a:   live @ moldova-mms . com




- - - - -

Con un miliardo di dollari la Cina si compra la Moldova


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 3 risposte

#1 sergio3

sergio3

    TpXMI

  • Ambasadiani MI1ax
  • StellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStella
  • Messaggi: 10,426
    Località:INSUBRIA -PADANIA
    Interessi: TUTTO

    Medaglie




Inviato 03 November 2009 - 09:44:32


Con un miliardo di dollari la Cina si compra la Moldova   
        
| Esteri | Andrea Colombo
Pubblicato il giorno: 03/11/09
Il prestito è pari al 12% del pil


La notizia è passata inosservata. Quasi nessun giornale o tg l’ha data. Anche le testate economiche hanno sorvolato sul fatto che la Cina ha prestato alla Moldavia un miliardo di dollari (un ottavo del Pil del Paese), pagabili in 15 anni al tasso favorevolissimo del 3 per cento. I primi 5 anni a interesse zero. Praticamente Pechino ha “comprato” il Paese più povero d’Europa. Grazie alle sue ingenti risorse finanziarie, il colosso asiatico è riuscito così a inserirsi nel cuore del Vecchio continente, in un sottile e pericoloso gioco che rischia di scontentare non solo l’Unione europea e gli Stati Uniti (che contano sulla Moldavia non più comunista come una fedele pedina nell’area), ma anche “l’alleato” russo, da sempre potenza di riferimento in queste zone al confine fra Oriente e Occidente.

Nell’accordo con la Moldavia, Pechino si impegna a garantire il finanziamento di tutti i progetti infrastrutturali messi in cantiere dai moldavi ben oltre il miliardo già affidato. Il fido sarà canalizzato attraverso la COVEC, il colosso cinese delle costruzioni, specializzato in progetti di modernizzazione energetica, sistemi idrici e industrie ad alta tecnologia. E così oltre al contributo finanziario, la Cina si assicura gli enormi appalti necessari per modernizzare un Paese che oggi è ancora prevalentemente agricolo e che, al di fuori della capitale Chisinau, è attraversato da strade quasi integralmente sterrate. Un Paese quindi tutto da costruire.

la rivelazione
A rivelare i termini dell’accordo un diplomatico indiano, M.K. Bhadrakumar, che narra la vicenda del sorprendente finanziamento in un articolo apparso su “Asia Times”. S’intitola “La Cina inzuppa il dito nel Mar Nero”, anche se la Modavia non ha sbocco al mare. Tuttavia il confine a sud è lontano solo una manciata di chilometri dal Mar Nero. La Moldavia è collocata in una zona strategica: fa infatti da ponte fra l’Ucraina, Paese slavo, e la Romania, nazione latina integrata nell’Ue. I moldavi hanno vissuto per oltre 50 anni sotto il tallone sovietico. L’Urss ha fatto di tutto per slavizzare questo piccolo Paese di lingua romena, ma senza successo. Nel 1991, con il crollo del comunismo, gli eredi del vecchio regime hanno comunque tenuto le redini del potere fino al settembre scorso, quando per la prima volta un primo ministro non comunista, Vlad Filat, si è assunto la responsabilità di traghettare la Moldovia al di fuori delle secche postsovietiche. Ma non sarà facile. Filat infatti si trova ingabbiato in una situazione economica a dir poco disastrosa. Chisinau dipende per il 100% dal gas russo e, a causa dei metodi arretrati utilizzati in agricoltura, dipende dall’estero anche per parte del fabbisogno alimentare. Inoltre incastonata fra Moldavia e Ucraina c’è la delicata questione delle piccola repubblica secessionista della Transnistria, dove i russi mantengono basi militari e un controllo totale. In questo contesto l’entrata in scena della Cina complica ancora di più le cose.

L’unico giornalista italiano a riprendere la notizia del megaprestito cinese è stato Maurizio Blondet, nel suo sito Effedieffe.com. Giornalista controverso, ma attento alle novità sul fronte della geopolitica, Blondet sostiene che la mossa di Pechino è stata concordata con Mosca. Il fine sarebbe quello di allontanare il Paese dalla morsa della Nato, che già punta sull’annessione di Georgia e Ucraina. Tanto più che le prove di una “rivoluzione arancione” anticomunista, eventualmente teleguidata dall’estero, si erano avute nell’aprile scorso, quando dopo la vittoria elettorale dei comunisti, una folla di giovani ha assaltato il parlamento. Poi nel luglio scorso nuove elezioni avevano decretato un relativo successo dei partiti liberali e nazionali, portando all’attuale governo di coalizione guidato da Filat.

situazione difficile
Ma la situazione è più complessa di quella descritta da Blondet. Non è affatto detto infatti che la Cina abbia deciso di investire in Moldavia in accordo con il Cremlino. I rapporti fra Pechino e Mosca infatti, nonostante i sorrisi di facciata, non sono così idilliaci. Ad esempio, dopo mesi trattative non si è ancora giunti ad un accordo sul prezzo delle forniture di gas che la Russia dovrebbe fornire alla Cina. I mandarini di Pechino negli ultimi tempi hanno ottimi rapporti con gli Stati Uniti. Al contrario, i segnali che la Russia manda a Washington sono tutt’altro che rassicuranti e da più parti si parla di una nuova guerra fredda. La Moldavia, certo, è solo un piccolo tassello in questo grande gioco geopolitico. Ma è un tassello importante, da non sottovalutare.



Io non mi sento italiano, voglio resistere e insorgere


#2 giemme74

giemme74

    Tpx4MI

  • Ambasadiani MI1a
  • StellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStella
  • Messaggi: 4,664

    Medaglie



Inviato 03 November 2009 - 11:37:52


hai capito i "liberali"... si sono aggiudicati la loro bella fetta di torta...



forza moldavi, adesso vi hanno messo un bel mutuo sulle spalle, perchè siete voi che dovete pagarlo...



Immagine inviata


#3 XCXC

XCXC

    TpX2MI

  • Ambasadiani MIra
  • StellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStella
  • Messaggi: 17,204

Inviato 03 November 2009 - 14:27:33


ma quali liberali? E' una vecchia operazione dei comunisti...

ps: controllate che non siano falsi i dollari :) quando si ha a che fare con la Cina...

furbi 'sti cinesi... tanto carta straccia USA ne hanno tanta...

prima o poi vedrai che li freghiamo :)

Non vedo l'ora che gli USA diano default per i dollari in cricolazione... allora si che mi mettero'a ridere...

W GLI USA

Anche l'Italia... non capisco perche' si preoccupa del debito pubblico...

mandiamo tutti i conti all'aria come ha fatto l'Argentina...

e' cosi' semplice...

W CAVALLO

:)

tanto chi investe in bot, cct ecc... sono gente con tanti soldi...

W ROBIN HOOD

bye


#4 hypnos

hypnos

    Nb

  • Ambasadiani MI1e
  • Stella
  • Messaggi: 85

Inviato 27 November 2009 - 15:31:34


l'alternativa al mutuo era la fame grazie alla politica delle perline luccicanti del periodo comunista, tolto il fumo della globalizzazione l'arrosto se lo erano già mangiato tutto.

Il problema è semmai che un paese che crede di campare fregando il mondo, dopo aver fregato i primi finanziatori, continuando a sentirsi furbi, continuano a cercare di fregare gli ultimi che gli rimangono, perchè gli altri hanno già capito e stringono i cordoni della borsa, e alla fine finisci sempre nelle mani del cravattaro, che nella guerra dei furbi alla fine scopri, e sono caxxi tuoi, che è più strxnzo di te e a differenza degli altri i soldi sa come venirseli a riprendere anche se non vuoi ridarglieli





Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi










                                                                                    Effettua i tuoi pagamenti con PayPal.  un sistema rapido, gratuito e sicuro.  



 info@ambasada.it    info@pec.ambasada.it    Telegram.me/Ambasada    iMessage: info@ambasada.it   fax +39 02 45503457  tel +39 02 45071457


ATTENZIONE! per i recapiti dell'Ambasciata della Moldavia a Roma click qui , per il Consolato di Milano click qui , per il Consolato di Padova click qui ATTENZIONE!


Privacy e Cookie Policy / Termini e Regole del Forum