Vai al contenuto

  • Log In with Google      Accedi   
  • Registrati ora!


Risparmia acquistando online! Clicca Qui!
TorinoChisinau MilanoChisinau VeronaChisinau VeneziaChisinau BolognaChisinau RomaChisinau CagliariChisinau


  Moldova-mms.com News dal Regina Pacis Seborganelmondo  



SMMS   a
moldova-mms.com

     VEDI MEGLIO
    
e commenta >>

     SMS     a:   +39 (coming soon)
     MMS   a:   live @ moldova-mms . com




- - - - -

Sanatoria badanti a rischio falsi «Una su due assunta da stranieri» - Corriere della Sera


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 1 risposte

#1 Ambasada.it

Ambasada.it

    TpX2MI

  • Ambasadiani MIra
  • StellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStella
  • Messaggi: 15,689

Inviato 02 November 2009 - 11:53:10



Sanatoria badanti a rischio falsi «Una su due assunta da stranieri»
Corriere della Sera
... che a Cascina Gobba il fine settimana ospita il «mercato dell'Est» (pullman carichi di persone e pacchi da Romania, Bielorussia, Moldavia, Ucraina), ...

http://news.google.c...SOKUnD6Mr8FsxZw



.


#2 XCXC

XCXC

    TpX2MI

  • Ambasadiani MIra
  • StellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStella
  • Messaggi: 17,204

Inviato 02 November 2009 - 19:17:35


Blangiardo (Ismu): la regolarizzazione ha scatenato gli arrivi di clandestini

Sanatoria badanti a rischio falsi
«Una su due assunta da stranieri»


La Cisl: gravi irregolarità nelle domande. I dubbi della polizia


  

MILANO - Primo indizio: «Il 40% dei da­tori di lavoro è straniero»; quanti potranno essere, a Mila­no, gli immigrati con una colf o una badante? Secondo indizio: tra le perso­ne che hanno fatto richiesta co­me colf e badanti ci sono don­ne e «anche molti uomini». Le une e gli altri provengono da nazioni che poco se non nulla c’entrano con questi lavori do­mestici. La Cina, il Senegal, il Pakistan, l’Egitto. I sindacalisti della Cisl esper­ti di stranieri hanno comincia­to l’esame, dettagliato, delle 43 mila domande tra città e provin­cia della regolarizzazione per colf e badanti. E i sospetti che avevano accompagnato la vigi­lia e il periodo (settembre) del­la sanatoria hanno trovato le prime conferme. Si era parlato di truffe, di falsificazioni. C’era­no stati per esempio imbianchi­ni, autisti e muratori improvvi­samente risultati (grazie a dato­ri di lavoro compiacenti oppu­re pagati) colf e badanti. Ora dai sindacati la stima è questa: almeno una pratica su tre (for­se, più probabile, una su due), risulterà falsa e pertanto andrà annullata. «E il tanto propagan­dato obiettivo di sanare posizio­ni irregolari e combattere il la­voro nero — dice Maurizio Bo­ve, della Cisl — non sortirà gli effetti dirompenti e da qualcu­no tanto attesi». Gian Carlo Blangiardo, demo­grafo ed esperto dell’Ismu, l’Isti­tuto che studia la multiculturali­tà, sottolinea le conseguenze negative dell’«effetto richia­mo».








Ogni grande manovra di regolarizzazione suscita frain­tendimenti e aspettative gonfia­te e sbagliate nella comunità de­gli immigrati. «I quali — spiega Blangiardo — chiamano amici e parenti, li esortano a venire in Italia, convinti che andrà tutto bene». Nel trafficato spa­zio, recintato e vigi­lato, che a Cascina Gobba il fine setti­mana ospita il «mer­cato dell’Est» (pull­man carichi di per­sone e pacchi da Ro­mania, Bielorussia, Moldavia, Ucraina), danno conferma di un aumento degli arrivi di donne, arri­vi cominciati a me­tà settembre e pro­seguiti. Le donne sono in particolare ucraine. Tutte fuori tempo mas­simo per accedere alla sanato­ria e così destinate a ingrossare il florido mercato delle clande­stine. «Il processo di regolarizzazio­ne — ricorda Blangiardo — in origine è stata un’iniziativa ap­prezzabile. Poi ci si è persi per strada». Generando «perplessi­tà » nelle forze dell’ordine, co­me dice Mauro Guaetta, neose­gretario milanese del Siulp, il sindacato di polizia col mag­gior numero di iscritti.

Ai poli­ziotti capita di fermare immi­grati già controllati decine e de­cine di altre volte; con la diffe­renza che adesso questi immi­grati raccontano d’essere diven­tati «badante»; tirano fuori il ce­dolino che attesta la presenta­zione della domanda. Per chi è appunto in ballo con la sanato­ria, c’è la sospensione del reato di clandestinità. E se è vero che, aggiunge il Siulp, «non vie­ne lesa la nostra operatività», qualche problema e rallenta­mento nell’azione quotidiana degli agenti viene registrato. I termini per la presentazio­ne delle pratiche sono scaduti il 30 settembre. Da lì ai prossimi mesi, gli stranieri (e i datori di lavoro) verranno convocati. Ci sarà un incontro, una verifica di persona (in Prefettura). I di­sonesti potrebbero essere sco­perti. Forse. A Milano e provin­cia, il territorio in Italia in cima alla classifica delle richieste, le pratiche che andranno in porto potrebbero essere meno 25 mi­la. In città, le stime dicono colf e badanti clandestine sono 50 mila, certamente non meno.

Andrea Galli

02 novembre 2009





Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi










                                                                                    Effettua i tuoi pagamenti con PayPal.  un sistema rapido, gratuito e sicuro.  



 info@ambasada.it    info@pec.ambasada.it    Telegram.me/Ambasada    iMessage: info@ambasada.it   fax +39 02 45503457  tel +39 02 45071457


ATTENZIONE! per i recapiti dell'Ambasciata della Moldavia a Roma click qui , per il Consolato di Milano click qui , per il Consolato di Padova click qui ATTENZIONE!


Privacy e Cookie Policy / Termini e Regole del Forum