Vai al contenuto

  • Log In with Google      Accedi   
  • Registrati ora!


Risparmia acquistando online! Clicca Qui!
TorinoChisinau MilanoChisinau VeronaChisinau VeneziaChisinau BolognaChisinau RomaChisinau CagliariChisinau


  Moldova-mms.com News dal Regina Pacis Seborganelmondo  



SMMS   a
moldova-mms.com

     VEDI MEGLIO
    
e commenta >>

     SMS     a:   +39 (coming soon)
     MMS   a:   live @ moldova-mms . com




- - - - -

LA MARCIA DELLE AGENDE ROSSE


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 2 risposte

#1 Carlo

Carlo

    Tpx3MI

  • Ambasadiani MI1a
  • StellaStellaStellaStellaStellaStellaStella
  • Messaggi: 3,832

    Medaglie



Inviato 28 September 2009 - 19:04:58


Riporto un trafiletto di una notizia per molti senza importanza.
Ma non per me.


Ieri a Roma si è svolta la Marcia delle agende rosse.

Meritava l'apertura dei telegiornali, le prime pagine dei quotidiani.

E' stata ignorata.

E' stata cosa ignota per i giornalisti di regime, come ignoti sono ancora i mandanti dell'omicidio di Paolo Borsellino.

La sua agenda rossa, in cui annotava tutto, è scomparsa nel momento della sua morte. Borsellino sapeva delle trattative tra Stato e mafia.

Sapeva del tritolo che era arrivato per lui dal continente.

Sapeva di morire.

Nessuno era interessato alla sua sicurezza.

Una vittima sacrificale.

Ogni domenica si recava a trovare sua madre in via D'Amelio e nessuno si preoccupò di mettere delle semplici transenne per impedire il parcheggio di un'autobomba.

Forse la famosa trattativa tra Stato e mafia è andata a buon fine.





#2 XCXC

XCXC

    TpX2MI

  • Ambasadiani MIra
  • StellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStella
  • Messaggi: 17,204

Inviato 28 September 2009 - 22:43:07


Visualizza messaggioCarlo, su 28-Sep-2009 20:04, dice:



Forse la famosa trattativa tra Stato e mafia è andata a buon fine.

No caro... forse, anzi sicuramente, con le amministrazioni locali e con una certa parte marcia di roma...

siccome lo Stato sono anch'io...

senza fare polemica...  vorrei chiederti cosa ne pensi delle navi piene di rifiuti tossici/radioattivi affondate dalla criminalita' organizzata al largo della Calabria...

i politici regionali, INDIGNATI e "PREOCCUPATI" vogliono un intervento immediato dello Stato...

come se i colpevoli fossero da cercare a Bolzano.. e non, molto piu' semplicemente, sulla costa ionica.

Allora io dico... perche' l'omerta' non la pagano i calabresi?

Prometto... che se affonderanno una nave nel golfo di Trieste pagheremo tutto noi.

Possiamo dare spazio sui media quanto vuoi ma finche' la mentalita' e' questa (mi riferisco all'episodio, accaduto ieri, piu sotto) si va poco lontano... :


Akragas, vittoria dedicata al boss
ritirata la licenza al presidente

                                  Si ingigantisce la polemica contro le dichiarazioni del presidente dell'Akragas, Gioacchino Sferrazza, che ha dedicato la vittoria a un commerciante accusato di essere un capo mafia                             E' bufera sul presidente dell'Akragas Calcio, Gioacchino Sferrazza, che ha dedicato la vittoria per 5 a 0 contro lo Sporting Arenella al presunto capo mafia di Palma di Montechiaro Nicola Ribisi, arrestato il 17 settembre scorso dalla polizia. La Procura della Federazione italiana gioco calcio (Figc) ha deciso di aprire un'inchiesta su quanto accaduto, mentre il sindaco di Agrigento, Marco Zambuto, sta pensando di togliere lo stadio al sodalizio biancoblu.

Il questore di Agrigento Girolamo Di Fazio ha ritirato la licenza di polizia a Sferrazza che era di fatto il referente delle forze dell'ordine per far sì che allo stadio Esseneto si potessero svolgere manifestazioni sportive. La società dovrà ora nominare un altro responsabile. Non è escluso che al presidente venga anche applicato il Daspo e cioè il divieto di assistere alle manifestazioni sportive per motivi di ordine pubblico.

"Non entro nel merito - si è giustificato Sferrazza - se Ribisi sia colpevole o innocente: fino a quando non ci si sarà una condanna Nicola per me resta un amico, che fino a dieci giorni fa era con noi sempre allo stadio". Il presidente dell'Akragas ha infine ricordato il "legame con la squadra dell'amico Nicola", sottolineando che la dedica  "mi è stata chiesta da tutta la società, giocatori e tecnici".

    Immagine inviata  La giustificazione non sembra aver convinto il comitato regionale della Figc, che ha fatto arrivare le dichiarazioni di Sferrazza alla Procura federale, che ha subito aperto l'inchiesta. Un'altra bordata è arrivata dal primo cittadino Zambuto: "Da parte mia e di tutta la citta' di Agrigento - ha detto - c'è assoluto sconcerto per le parole del presidente dell'Akragas che non condividiamo e che disprezziamo". E l'Akragas adesso potrebbe perdere l'uso dello stadio "Esseneto": "Sto tenendo in seria considerazione quest'ipotesi", ha ammesso il primo cittadino.                                 (28 settembre 2009)


#3 Carlo

Carlo

    Tpx3MI

  • Ambasadiani MI1a
  • StellaStellaStellaStellaStellaStellaStella
  • Messaggi: 3,832

    Medaglie



Inviato 29 September 2009 - 14:03:30


Diciamo le stesse cose ma non riusciamo a capirci... ironia della sorte !!!







Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi










                                                                                    Effettua i tuoi pagamenti con PayPal.  un sistema rapido, gratuito e sicuro.  



 info@ambasada.it    info@pec.ambasada.it    Telegram.me/Ambasada    iMessage: info@ambasada.it   fax +39 02 45503457  tel +39 02 45071457


ATTENZIONE! per i recapiti dell'Ambasciata della Moldavia a Roma click qui , per il Consolato di Milano click qui , per il Consolato di Padova click qui ATTENZIONE!


Privacy e Cookie Policy / Termini e Regole del Forum