Vai al contenuto

  • Log In with Google      Accedi   
  • Registrati ora!


Risparmia acquistando online! Clicca Qui!
TorinoChisinau MilanoChisinau VeronaChisinau VeneziaChisinau BolognaChisinau RomaChisinau CagliariChisinau


  Moldova-mms.com News dal Regina Pacis Seborganelmondo  



SMMS   a
moldova-mms.com

     VEDI MEGLIO
    
e commenta >>

     SMS     a:   +39 (coming soon)
     MMS   a:   live @ moldova-mms . com




- - - - -

sempre circa la regolarizzazione


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Questa discussione ha avuto 17 risposte

#11 Amedeo

Amedeo

    MI

  • Ambasadiani MI1a
  • StellaStella
  • Messaggi: 425

    Medaglie





Inviato 07 September 2009 - 07:21:44


Visualizza messaggiomonfe, su 6-Sep-2009 22:58, dice:



ho una nuova domanda
inga, una amica della mia ragazza ha lavorato per più di due anni come badante e questo fino a dieci giorni fa quando purtroppo la vecchietta è mancata. Ora lei ha già trovato un nuovo lavoro presso una nuova famiglia sempre come badante; la regolarizzazione a chi spetta? la vecchia famiglia non gliela vuole fare perchè dice che non lavora più da loro, la nuova famiglia non la vuole fare perchè dice che non vuole dichiarare il falso e cioè che inga ha lavorato da loro nel periodo da aprile a giugno così come prevede la legge. Inga ha chiesto consiglio a me, io giro la sua richiesta a voi. Secondo me basterebbe un pò di buon senso e volontà, voglio dire che nessuno verifica la veridicità delle auto-denuncie dei datori di lavoro, tanto che non credo proprio ci sia qualcuno che denuncia rapporti di lavoro instaurati da più tempo rispetto al minimo richiesto, e proprio per questo sarebbe sufficiente fosse la famiglia presso la quale lavora ora a fare il tutto, rendendo le cose più semplici. Pero, magari esiste la possibilità di fare in modo diverso, salvando prima di tutto la possibilità a inga di avere i documenti e alle famiglie di fare le cose in modo tale da non correre rischi
Se qualcuno ne sa qualcosa, prima della fine del mese....possibilmente




Qualche sindacato stà consigliando a casi come questi di rivolgersi al giudice del lavoro. In pratica viene a costituirsi un diritto soggettivo alla regolarizzazione del lavoratore, che il datore di lavoro deve rispettare. Se il datore non vuole rispettarlo, un giudice può costringerlo (anche in tempi brevissimi) e, se non dovesse concretizzarsi la sanatoria, può condannarlo a pagare danni consistenti al lavoratore.


Aggiungo che in questo caso il rapporto di lavoro non è più in piedi al momento di una possibile richiesta degli eredi della vecchietta e, come previsto dalla legge, non si potrebbe chiedere la sanatoria.



Per questo aspetto, io ritengo però che il legislatore (di cui auspico il dimezzamento assieme al suo stipendio) si sia semplicemente ... dimenticato di considerare il caso.   Occorre un giurista che trovi l'escamotage giuridico per superare queste problematiche.

Appena ho notizie più consistenti le inserisco.

Un saluto,



Amedeo - amedeo_si@yahoo.it

Autore di:
Manuale di sopravvivenza burocratica per italiani con partner straniero
Ricongiungimento ... step by step
editi da: http://www.edizionidellimpossibile.com

Indice generale di Amedeo
http://ambasada.it/index.php?showtopic=4923

#12 monfe

monfe

    Nb

  • Ambasadiani MI1-e
  • Stella
  • Messaggi: 47

Inviato 07 September 2009 - 12:24:29


Visualizza messaggioAmedeo, su 7-Sep-2009 09:21, dice:

Qualche sindacato stà consigliando a casi come questi di rivolgersi al giudice del lavoro. In pratica viene a costituirsi un diritto soggettivo alla regolarizzazione del lavoratore, che il datore di lavoro deve rispettare. Se il datore non vuole rispettarlo, un giudice può costringerlo (anche in tempi brevissimi) e, se non dovesse concretizzarsi la sanatoria, può condannarlo a pagare danni consistenti al lavoratore.
Aggiungo che in questo caso il rapporto di lavoro non è più in piedi al momento di una possibile richiesta degli eredi della vecchietta e, come previsto dalla legge, non si potrebbe chiedere la sanatoria.



Per questo aspetto, io ritengo però che il legislatore (di cui auspico il dimezzamento assieme al suo stipendio) si sia semplicemente ... dimenticato di considerare il caso.   Occorre un giurista che trovi l'escamotage giuridico per superare queste problematiche.

Appena ho notizie più consistenti le inserisco.

Un saluto,

ok, questo se seguiamo un percorso "legale" e poco amichevole. Ma vorrei un consiglio come dire "pratico" nel senso che la ragazza non deve perdere il lavoro e deve pure mantenere buoni rapporti con tutti ma allo stesso tempo non perdere questa occasione della regolarizzazione. Secondo me la via migliore è quella che siaq la famiglia presso la quale lavora ora, purtroppo temo che l'ostacolo non sia tanto la falsa dichiarazione quanto piuttosto i 500 euro! domanda: e se questa famiglia le fa la domanda entro fine mese poi supponiamo che non la tenga più a lavorare per motivi loro, cosa succede? quando si viene convocati per la stipula del contratto di lavoro come ci si comporta? se inga nel frattempo ha trovato lavoro presso altri, questi possono subentrare nel contratto anche se non familiari?
mah!!!!
ti ringrazio


#13 XCXC

XCXC

    TpX2MI

  • Ambasadiani MIra
  • StellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStella
  • Messaggi: 17,209

Inviato 07 September 2009 - 13:33:51


sicuramente la regolarizzazione spetta agli eredi (subentrando con l'assunzione) che sarebbero comunque responsabili civilmente (penalmente no ovviamente)...

sempreche' non rinuncino all'eredita'... se cosi' fosse... nn ci sarebbero soluzioni...

direi che c'e' un vuoto legislativo in questo caso... degno di un chiarimento diretto del Ministero

Ministero che dovrebbe anche svegliarsi (Maroni compreso) perche' non da la possibilita' di cumulare le 20 ore minime con piu' famiglie...

sappiamo benissimo che moltissime colf/badanti lavorano in piu' famiglie... che insieme non possono regolarizzare la lavoratrice...

lo trovo assurdo...

Mi chiedo alle volte dove abitano i ns politici e se veramente conoscono il territorio dove abitano.

La Casta purtroppo si isola

spero in una modifica... visto che a governare c'e' gente, finalmente, intelligente e moderna e non stupidi burocrati con cervelli atrofizzati... ai quali eravamo abituati


#14 Rick

Rick

    Tpx5MI

  • Ambasadiani MI1a
  • StellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStella
  • Messaggi: 5,223

    Medaglie



Inviato 07 September 2009 - 13:50:56


Poichè questa sanatoria ricalco per filo e per segno la sanatoria del 2002

è + che probabile che come nel 2002

nel caso di interruzione del rapporto di lavoro

nel lasso di tempo "critico" testè individuato

venga , come allora , concesso un PdS di 6 mesi

in attesa di occupazione



Immagine inviata


#15 Rick

Rick

    Tpx5MI

  • Ambasadiani MI1a
  • StellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStella
  • Messaggi: 5,223

    Medaglie



Inviato 07 September 2009 - 13:55:42


Visualizza messaggiomonfe, su 7-Sep-2009 14:24, dice:

Secondo me la via migliore è quella che siaq la famiglia presso la quale lavora ora, purtroppo temo che l'ostacolo non sia tanto la falsa dichiarazione quanto piuttosto i 500 euro!

Penso proprio di si ,

ma hanno anche ragione perchè l'evasione contributiva

che i 500 € vanno a sanare

indubbiamente non è a loro imputabile .


Visualizza messaggiomonfe, su 7-Sep-2009 14:24, dice:

domanda: e se questa famiglia le fa la domanda entro fine mese poi supponiamo che non la tenga più a lavorare per motivi loro, cosa succede? quando si viene convocati per la stipula del contratto di lavoro come ci si comporta?
gli dovrebbero dare un PdS di 6 mesi in attesa di occupazione

Visualizza messaggiomonfe, su 7-Sep-2009 14:24, dice:

se inga nel frattempo ha trovato lavoro presso altri, questi possono subentrare nel contratto anche se non familiari?
Senz'altro !

E' un rapporto di lavoro , non un matrimonio :24:



Immagine inviata


#16 XCXC

XCXC

    TpX2MI

  • Ambasadiani MIra
  • StellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStella
  • Messaggi: 17,209

Inviato 07 September 2009 - 16:09:48


ho girato la domanda al Ministero, mi ha chiamato una ragazza-avvocato ma non siamo giunti ad una conclusione... quindi girera' il quesito a Roma...

------

In riferimento al ticket nr. HD00000xxxxxx con oggetto: CONFERMA DOMANDA

le comunichiamo che la sua richiesta =E8 stata trasferita all'Ufficio Compe=
tente per la risoluzione.Provvederemo alla risposta non appena possibile.


#17 XCXC

XCXC

    TpX2MI

  • Ambasadiani MIra
  • StellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStellaStella
  • Messaggi: 17,209

Inviato 07 September 2009 - 16:12:11


In riferimento al ticket nr. HD0000000xxxxxx con oggetto: CONFERMA DOMANDA

comunichiamo la seguente soluzione/informazione:

Nel caso da Lei a noi sottoposto (decesso del datore di lavoro e nuovo lavoro presso altra famiglia, su chi deve presentare l'emersione considerato che i vecchi datori non vogliono,e i nuovi non possono dichiarare che lavora da marzo) non è possibile presentare la domanda di emersione.

Comunichiamo che la vostra segnalazione è considerata Risolta.
Se così non fosse Vi preghiamo di ricontattare il servizio di Help Desk utilizzando l'apposita procedura web (sito WWW.INTERNO.IT), avendo cura di inserire nell'apposito campo del form il numero di ticket sopra indicato. Se entro 24 ore non giungerà alcuna segnalazione da parte vostra il ticket in oggetto verrà considerato risolto e conseguentemente chiuso.
Questo messaggio e' stato inviato da una procedura automatizzata  per conto del Ministero dell'Interno. Si prega di NON RISPONDERE A QUESTO MESSAGGIO ma di utilizzare esclusivamente la procedura sopra riportata.


#18 monfe

monfe

    Nb

  • Ambasadiani MI1-e
  • Stella
  • Messaggi: 47

Inviato 09 September 2009 - 19:44:51


Visualizza messaggioXCXC, su 7-Sep-2009 18:12, dice:

In riferimento al ticket nr. HD0000000xxxxxx con oggetto: CONFERMA DOMANDA

comunichiamo la seguente soluzione/informazione:

Nel caso da Lei a noi sottoposto (decesso del datore di lavoro e nuovo lavoro presso altra famiglia, su chi deve presentare l'emersione considerato che i vecchi datori non vogliono,e i nuovi non possono dichiarare che lavora da marzo) non è possibile presentare la domanda di emersione.

Comunichiamo che la vostra segnalazione è considerata Risolta.
Se così non fosse Vi preghiamo di ricontattare il servizio di Help Desk utilizzando l'apposita procedura web (sito WWW.INTERNO.IT), avendo cura di inserire nell'apposito campo del form il numero di ticket sopra indicato. Se entro 24 ore non giungerà alcuna segnalazione da parte vostra il ticket in oggetto verrà considerato risolto e conseguentemente chiuso.
Questo messaggio e' stato inviato da una procedura automatizzata  per conto del Ministero dell'Interno. Si prega di NON RISPONDERE A QUESTO MESSAGGIO ma di utilizzare esclusivamente la procedura sopra riportata.





ringrazio tutti, veramente molto gentili e precisi
pare che si sia risolta la questione e si riesca a salvare "capra e cavoli"
la vecchia famiglia mette i 500 euro e la nuova fa la domanda dichiarando che inga era alle loro dipendenze fin da marzo-aprile, sperando che nessuno vada a verificare, ma proprio non credo
saluti a tutti





Leggono questa discussione 0 utenti

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi










                                                                                    Effettua i tuoi pagamenti con PayPal.  un sistema rapido, gratuito e sicuro.  



 info@ambasada.it    info@pec.ambasada.it    Telegram.me/Ambasada    iMessage: info@ambasada.it   fax +39 02 45503457  tel +39 02 45071457


ATTENZIONE! per i recapiti dell'Ambasciata della Moldavia a Roma click qui , per il Consolato di Milano click qui , per il Consolato di Padova click qui ATTENZIONE!


Privacy e Cookie Policy / Termini e Regole del Forum