Vai al contenuto

  • Accedi con Facebook Log In with Google      Accedi   
  • Registrati ora!


Risparmia acquistando online! Clicca Qui!
RomaChisinau MilanoChisinau VeronaChisinau BolognaChisinau NapoliChisinau CataniaChisinau CagliariChisinau


  Moldova-mms.com News dal Regina Pacis Seborganelmondo.org  


SMMS   a
moldova-mms.com

     VEDI MEGLIO
    
e commenta >>

     SMS     a:   +39 (coming soon)
     MMS   a:   live @ moldova-mms . com



- - - - -

Licostomo, Moncastro (Maurocastro) e Caladda, colonie e porti dell'antica Repubblica Marinara Genovese sul Danubio e Mar Nero moldavo/bessarabo


  • Non puoi aprire una nuova discussione
  • Effettua l'accesso per rispondere
Nessuna risposta in questa discussione

#1 Alfredo Lorenzo Ferrari

Alfredo Lorenzo Ferrari

    TpMI

  • Ambasadiani MIad
  • StellaStellaStellaStella
  • Messaggi: 1,447
    Località:Agenzia Turistica e d'affari Go East-Go West, Strada Mihai Eminescu 50, uff. nr. 311, CELLULARE +373-79679434, Chisinau, Moldova, sito web: http://www.chisinau-kishinev.com/index.php


    Il mio stato Skype Chat

Inviato 16 October 2012 - 17:02:08


Nel periodo della sua massima espansione, tra il XIII e XV secolo, la Repubblica Marinara Genovese possedeva molte colonie e porti commerciali/militari sia nel Mar Nero (principalmente in Crimea) che lungo il corso del fiume Danubio.
Questi insediamenti genovesi servivano principalmente per garantire la protezione delle rotte navali commerciali che avevano fatto di Genova una potenza in questo settore, va sottolineato che i genovesi non occuparono mai con la forza questi territori bensi' acquistarono dalle popolazioni autoctone delle "concessioni" per scopi commerciali di alcune loro aree strategiche.
Alcune di queste localita' sorgevano sull'attuale territorio del Bugeac (Budjak) detto anche Bessarabia Storica (oggi Ukraina ma storicamente parte del Principato di Moldavia) ed una nella regione della Moldavia rumena (oggi in Romania ma anch'essa parte un tempo del Principato di Moldavia) .
La piu' importante di queste era senz'altro l'imponente Moncastro all'estuario del fiume Nistru (Dnestr) sul Mar Nero (detta anche Maurocastro o Samastro) oggi Bylgorod Dnistrovsk e gia' Cetatea Alba ai tempi del Principato di Moldavia. I riferimenti storici disponibili hanno accertato che Moncastro divenne colonia genovese senza dubbio prima del 1381, strappandola al controllo dei Tartari, anche se una data precisa non e' disponibile.
Quella che invece e' certa e' la data in cui fu creato il porto/colonia sul Danubio, con scopi sia commerciali che militari, di Licostomo nel 1381 (il termine Licostomo tradotto significherebbe "due bocche del lupo"). Molte fonti storiche dicono che questo porto sarebbe all'origine dell'attuale citta' di Kilia (Chilia Noua) ma questo non e' certo in quanto il punto esatto in cui sorgeva questa localita' si trovava esattamente tra Kilia e la cittadina di Vilkovo (Vâlcov) situata all'inizio dell'immenso delta del Danubio.
Licostomo come porto/colonia non esiste piu' fin dal periodo successivo al 1418 cioe' da quando questa parte della Basarabia Storica cadde sotto il controllo dell'Impero Ottomano.
Altro porto/colonia sul Danubio fu Caladda, oggi Galați, che secondo alcune fonti storiche sarebbe divenuta genovese nel 1395 e la rimase fino al 1445 quando passo' sotto il controllo del Principato di Moldavia.

Alfredo Ferrari

Colonie_genovesi_Mar_Nero.JPG







Leggono questa discussione 2 utenti

0 utenti, 2 ospiti, 0 utenti anonimi











                                                                                    Effettua i tuoi pagamenti con PayPal.  un sistema rapido, gratuito e sicuro.  



  info@ambasada.it      info@pec.ambasada.it       iMessage: info@ambasada.it     fax +39 02 45503457    tel +39 02 45071457

ATTENZIONE!: per i recapiti dell'Ambasciata della Moldavia a Roma click qui , per il Consolato di Milano click qui , per il Consolato di Padova click qui